20 agosto 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

News

26.07.2013

Zaia: "Raggiunte molte mete.
La squadra ha lavorato forte"

Sono trascorsi più di 3 anni da quel 13 aprile del 2010 in cui Luca Zaia, 45 anni, diveniva il decimo presidente della Regione Veneto. Da allora molta acqua è passata sotto i ponti della laguna soprattutto se si parla di sanità, la materia che impegna il 90 per cento del bilancio di palazzo Balbi. La stretta attualità, in un'epoca in cui l'informazione accorcia sempre più i tempi e le distanze, relega ormai nel passato remoto anche le notizie e i fatti di ieri e dell'altro ieri, per cui si attende ogni volta ciò che avverrà. Invece sembra giusto ripercorrere il cammino compiuto dalla Regione sul terreno della sanità per capirne compiutamente la dinamica, per capire cosa è cambiato e cosa potrà ancora cambiare, come eravamo e come potremo essere. Ecco la panoramica, secondo il governatore, su un triennio e oltre che è stato certamente innovativo.

Presidente, come giudica il Veneto della sanità a due anni dalla conclusione del mandato?
"La perfezione non è di questa terra, ma abbiamo raggiunto molte mete, la squadra ha lavorato forte. Abbiamo licenziato il nuovo Piano socio-sanitario dopo 17 anni. Abbiamo approvato le schede, ridisegnando una sanità che si pone come obiettivo per il futuro la qualità. Abbiamo chiusotre esercizi consecutivi in attivo come non era mai avvenuto nel Veneto e senza avere un' addizionale Irpef da 160-180milioni. Abbiamo soprattutto dato il via a una rivoluzione culturale inunaregionechedaldopoguerra ad oggi ha chiuso con una scelta non poco dolorosa ben 57 ospedali. Il futuro della sanità sarà di pensare a un ospedale senza letti. La vera sfida sarà quella di non stare in ospedale".

Il Veneto ha, dunque, tenuto conto dell'evoluzione nel fare sanità.
"La sanità corre. Pensiamo a un intervento di ernia inguinale. Trent'anni fa occorrevano 8 giorni di degenza. Nel 2002quando l'ho fatto io sono bastate 4 ore in ospedale. Oggi ci vuole anchemeno. Pensiamo al tasso di ospedalizzazione. Nel Veneto la media è di 7 giorni. Nel Sud si arriva fino a 30 giorni. Non siamo stati a guardare. Abbiamo puntato su professionalità, tecnologie, riduzione delle liste di attesa".

Lei parla di rivoluzione culturale del Veneto.
"Organizzare l'assistenza in modo da avere le prestazioni di urgenza e emergenza vicino a casa e le alte specializzazioni nei grandi ospedali, per cui basta fare un sacrificio di qualche decina di chilometri per trovare lamacchinadi ultima generazione e l'intervento di alto livello clinico, cos'è ? Come si fa, del resto, a difendere un reparto che effettua un intervento al giorno, cento interventi generalisti in un anno ? E, poi, non è un cambiamento epocale aver aperto gli ospedali la sera, il sabato, per fare una tac, una risonanza ? La gente arriva. Non occorrono permessi di lavoro. Trova i parcheggi vuoti. Mi hanno chiamato i colleghi di tutta Italia per capire come siamo riusciti a fare una cosa del genere".

Liste di attesa. E' stato fin dall'inizio uno dei suoi cavalli di battaglia. A che punto siamo?
"Abbiamo avuto risultati apprezzabili. Sei cittadini civengonodietro in questa sfida la vinceremo. Faccio un esempio pensando alla mia Ulss 9 di Treviso. Se c'è bisogno di una mammografia urgente a Cà Foncello la fanno nel giro di una settimana, mase si va a Motta di Livenza si riesce a farla il giorno dopo. Bastano 15 chilometri di strada. Ecco, allora che le liste di attesa si azzerano. In ogni caso ora le urgenze nel Veneto si evadono in 24 ore. Le visite prioritarie si fanno in 5-6 giorni. Non succede più che per una visita cardiologica si debbano aspettare 6 mesi. Per questo nel contratto dei direttori generali abbiamo voluto che fra gli obiettivi da raggiungere ci fosse la riduzione delle liste di attesa. Chi sbaglia viene licenziato".

E' soddisfatto del lavoro finora fatto dai direttori generali?
"Direi di sì. Ora si lavora per obiettivi. Assegni circolari non si danno a nessuno. Bisogna mettersi sempre in discussione. Tutto sommato, però, sono contento di come si sono comportati. Lihoscelti in totaleautonomia sulla base di curriculum appropriati.Oradovrannoessere pronti al prossimo obiettivo, all'introduzione dei costi standard, alla creazione e all'applicazione di un benchmarking regionale. Le Ulss si dovranno adeguare".

Le Ulss. Si può fare una graduatoria di merito per quanto riguarda la gestione?
Ci saranno le migliori e anche le peggiori. "Sonotutte eccellenti. Dobbiamo sempre ricordare una cosa. Comesanità il Veneto é primoin Italia. L'azienda peggiore da noi è sempre migliore dell'eccellenza nazionale".

Medici di base. L'accordo c'è, ma la nuova organizzazione delle medicine di gruppo tarda a partire. Restano resistenze, freni.
"La medicina di base per me non è un problema ma una risorsa, un anello fondamentale della catena.Noi nel Veneto vogliamo fare grandi cose. Vogliamo le medicine di gruppo che garantiscano al cittadino aperture e servizi 24 ore su 24 in tutti i 581 Comuni del Veneto. Capisco, però, anche loro, i medici di famiglia. Non è una riforma dapoco. Ci vogliono sacrifici. Bisogna chiudere gli ambulatori personali, avere affinità caratteriali con i colleghi. Però sono persone per bene, e questo è una garanzia. Non ci sono volute prove muscolari per giungere all'accordo.Non ho trovato gente demotivata. Il futuro resta la medicina di base, perché il paziente deve avere sempre e comunque il primo posto".

Franco Pepe
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1
Articoli
Zanzare fanno 725mila vittime l'anno, domani il mosquito day
Dal melanoma alla gravidanza. La testimonianza: «Prudenza con l'abbronzatura»
Laureanda italiana cura malattia mai diagnosticata, caso su Netflix
Telefoni cellulari e tumori, studio non evidenzia aumenti di rischio
Ingoia spillo, 13enne salvata da un delicato intervento
Cambia il pronto soccorso: codici con numeri, colori e tempi certi
Defibrillatori, la legge "proteggerà" chi salva una vita
Cuore artificiale per 18 mesi: trapianto salva bimbo
Prima colazione, sbagliato saltarla nel periodo estivo
Limone, riso e banana: diete lampo non sono sempre la soluzione giusta
Cibo sano in vacanza per il 74% degli italiani
Tumori incurabili a fegato e rene "bruciati" ad un paziente di 80 anni
Sole e scottature, i rischi nascosti anche in alcuni cibi
Padova, operata al femore a 104 anni torna a camminare
Nel caffè la "sveglia" del tessuto che brucia i grassi
Studio: per colpa del cellulare ai giovani crescono le "corna"
Ella e la paura delle flebo, un orsetto per superarla
Ogni settimana mangiamo 5 grammi di plastica, una carta di credito
Il «sesto senso»
Felicità e buonumore?
Si costruiscono a tavola
Meditare per 15 minuti è come prendersi un giorno di vacanza
Arriva la top ten di frutta e verdura che abbronzano
Tetraplegico recupera l'uso delle mani con intervento innovativo
Quando i reni non prendono la sufficienza
Batteri in tisana per dimagrire, quattro lotti ritirati
Epatite e curcuma: salgono a 15 i casi. Verifiche del ministero Salute
La sera senza smartphone aiuta a regolare il sonno
Allergie respiratorie, rinite e asma al top
Malati tumore spendono 5 miliardi di euro l'anno di tasca propria
Morsi di zecche, la Sanità veneta agevola le vaccinazioni
Alex ringrazia su Fb, ora pronto a una nuova avventura
Bere acqua fa bene ai denti
La noia scatena l'uso compulsivo dello smartphone
Stipendi alti, autista e benefit: gli arabi a "caccia" di medici veneti
Usa e Grecia i Paesi più stressati al mondo, l'Italia si salva
Allarme Oms: bimbi fino a 2 anni mai davanti ad uno schermo
Doppia operazione a cuore fermo, salva una madre e la sua bambina
Nella barba degli uomini più germi che nel pelo dei cani
Donazioni di organi
Record di adesioni
per l'Aido vicentina
Via libera del Senato a ddl donazione corpo post mortem
Italia sempre più anziana: «Primi in Ue»
Ascoltare il ritmo del cuore: due dita sul polso possono salvare una vita
In Italia un 13enne su cinque fuma sigarette
La musica potenzia gli effetti degli antidolorifici
Anche la Basilica si veste di blu per l'autismo
Baby boom in un ospedale Usa, 9 infermiere incinte insieme
Ritirati 9 pigmenti per tatuaggi: sono cancerogeni
Dopo 7 aborti diventa mamma con una tecnica innovativa
Primo impianto
del defibrillatore
più piccolo al mondo
Dagli Usa ok al primo farmaco contro depressione post parto
L'adolescenza? Finisce solo a trent'anni
Il tè verde aiuta a lottare contro l'obesità
Giornata mondiale del sonno. Sondaggio: il colore può influire
Hai di fronte una sfida importante? Fai un bel respiro
Lo smog uccide più delle sigarette: 8,8 milioni di vittime all'anno
Vaccini: «Senza certificato, lunedì niente asilo per i bimbi»
Prova per la prima volta una protesi al braccio, l'emozione del bimbo: «Posso tenerla?»
Arresto cardiaco, evitabile una morte su tre. Denuncia del 118
È scritto anche nei geni se il tuo matrimonio sarà felice
Scolari iperattivi, arriva in Italia la "bici-banco"
Felicità è andare in bici, il mezzo di trasporto che dà più soddisfazione
Percorso integrato per le pazienti di Senologia
Infermieri, sempre protagonisti
Pronto Soccorso:  si rinnova per  un servizio migliore
C'è l'ok della Regione:  il nuovo Atto Aziendale è diventato realtà
Disabilità ortopediche  e neurologiche
La riabilitazione dopo l'infarto
Centro di raccolta sangue e molto altro
Ospedale di Lonigo polo di eccellenza nella riabilitazione
Sicurezza garantita a pazienti e personale
Per i disturbi alimentari
Avanti con l'umanizzazione  del Pronto Soccorso
Assistenza fondamentale per le categorie più deboli
Test di ingresso a Medicina: si va verso una riforma
Al via un corso intensivo  per smettere di fumare
Prestigioso premio per il prof. Ronco
Il ruolo dei Servizi Veterinari
Vicenza: innovazione nella sanità
Malghe: un patrimonio prezioso
Luca Zingaretti al Comunale per sostenere il San Bortolo
La sicurezza dei prodotti dei caseifici d'alpeggio
Servizi di qualità per gli utenti
Un momento difficile ma intrigante
Zaia: "Raggiunte molte mete.
La squadra ha lavorato forte"
Antonio Compostella: "Vogliamo rafforzare lo spirito aziendale"
Ripianificazione per l’anno 2013
Riabilitazione in acqua all’ospedale di Lonigo
Tecniche di assistenza a domicilio:
ci sono i corsi per "caregiver"
Ecografia preospedaliera: una sfida avvincente
Molte le iniziative di integrazione
Cosa offre il servizio
Sportello Integrato: diventa
realtà nel territorio dell’ULSS5
Servizio di Mediazione Culturale
Un’ortopedia di alto livello per l’ULSS5
La prenotazione poliambulatoriale
Il programma "Icaro"
L’impegno dell’ULSS5 contro l’abuso di alcol
Si ampliano le aperture serali
L’importanza dell’allattamento
L’Ospedale diventa amico dei bambini
Parte l'avventura del nuovo Ospedale
Unico: i programmi dell’Ulss5
Percorso integrato per le pazienti di Senologia
Infermieri, sempre protagonisti
Pronto Soccorso:  si rinnova per  un servizio migliore
C'è l'ok della Regione:  il nuovo Atto Aziendale è diventato realtà
Disabilità ortopediche  e neurologiche
La riabilitazione dopo l'infarto
Centro di raccolta sangue e molto altro
Ospedale di Lonigo polo di eccellenza nella riabilitazione
Sicurezza garantita a pazienti e personale
Per i disturbi alimentari
Avanti con l'umanizzazione  del Pronto Soccorso
Assistenza fondamentale per le categorie più deboli
Test di ingresso a Medicina: si va verso una riforma
Al via un corso intensivo  per smettere di fumare
Prestigioso premio per il prof. Ronco
Il ruolo dei Servizi Veterinari
Vicenza: innovazione nella sanità
Malghe: un patrimonio prezioso
Luca Zingaretti al Comunale per sostenere il San Bortolo
La sicurezza dei prodotti dei caseifici d'alpeggio
Servizi di qualità per gli utenti
Un momento difficile ma intrigante
Zaia: "Raggiunte molte mete.
La squadra ha lavorato forte"
Antonio Compostella: "Vogliamo rafforzare lo spirito aziendale"
Ripianificazione per l’anno 2013
Riabilitazione in acqua all’ospedale di Lonigo
Tecniche di assistenza a domicilio:
ci sono i corsi per "caregiver"
Ecografia preospedaliera: una sfida avvincente
Molte le iniziative di integrazione
Cosa offre il servizio
Sportello Integrato: diventa
realtà nel territorio dell’ULSS5
Servizio di Mediazione Culturale
Un’ortopedia di alto livello per l’ULSS5
La prenotazione poliambulatoriale
Il programma "Icaro"
L’impegno dell’ULSS5 contro l’abuso di alcol
Si ampliano le aperture serali
L’importanza dell’allattamento
L’Ospedale diventa amico dei bambini
Parte l'avventura del nuovo Ospedale
Unico: i programmi dell’Ulss5
Il Project Financing: cos’è
Un aiuto ai bisognosi con il "cibo solidale"
Fibra ottica per l’Ospedale Unico
All’ULSS4 screening mammografico su misura
Gli esami effettuati: alcuni numeri
Tempi record per l’accordo
tra l’ULSS4 e l’INAIL
Radiologia di sera e il sabato
Integrazione lavorativa persone con disabilità
Accoglienza migliore nell’Ospedale Unico conivolontari dell’AVO
Una nuova area bimbi nell’Ospedale Unico
Più accoglienza per le mamme
In casa e a tavola
Emergenza caldo: ecco come affrontarla
Insegnanti polacchi
in visita a Santorso
Traslochi: nessuno
spreco a Schio e Thiene
Ricetta elettronica e prenotazione degli interventi chirurgici
Per l’Alzheimer e altre demenze
BASSANO. Ulss: "Comprese le peculiarità del territorio"
"Noi e gli altri", dove
l’inclusione diventa realtà
Le sedi dell'iniziativa
Laboratori artigianali
di inclusione sociale
Per una presa in carico globale
Unapproccio innovativo alla disabilità
Il laboratorio di
genetica medica
Peri disabili gravi
c’è il Centro "Ancore"
Nuovo Centro Diurno, per mettere
sempre "La Persona al Centro"
Un aiuto concreto con "Il Raggio Verde"
Sanità più semplice
per i turisti in Croazia
A Bassano gli specialisti delle ulcere
Nuove tecnologie: arriva la telesanità
Due reti di telemedicina per le 4 ULSS
"La Regione ha premiato il ruolo di Vicenza"
Entro un anno le Ulss pagheranno i fornitori
"Il mandato dei DG durerà cinque anni"