20 maggio 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

News

16.05.2014

C'è l'ok della Regione:  il nuovo Atto Aziendale è diventato realtà

A sinistra, il Direttore Generale Ermanno Angonese
A sinistra, il Direttore Generale Ermanno Angonese

Approvato definitivamente l'Atto aziendale. La Regione ha dato l'ok. E', in pratica, il provvedimento che delinea la nuova organizzazione gestionale e operativa dell'Ulss 6 fino al 31 dicembre del 1920. Soddisfatto il dg Ermanno Angonese, che ha condotto in porto l'imponente operazione con la collaborazione di tutta la direzione strategica, in particolare con l'aiuto del direttore sanitario Francesco Buonocore e del direttore medico Ennio Cardone."E' stato un grosso lavoro di verifica, adeguamento e rinnovamento di tutte le strutture in base alle nuove esigenze e realtà del San Bortolo e del territorio". L'Ulss ha recepito tutte le osservazioni della Regione. Per prima cosa sono state ridotte a 29 le strutture complesse extraospedaliere. Resta, quindi, fuori dall'elenco la struttura "qualità, sicurezza e accreditamento" che diventa unità operativa semplice a valenza dipartimentale in staff al direttore generale. Secondo: è stata ridefinita la parte concernente la direzione delle professioni sanitarie, che ora comprende una struttura complessa in staff alla direzione sanitaria e due unità operative semplici, una di area ospedaliera e una di area territoriale, i cui responsabili dipenderanno gerarchicamente dal direttore medico e dal direttore della funzione territoriale. Terzo: l'unità operativa per le attività specialistiche è stata collocata nell'ambito del distretto socio-sanitario. Quarto: i dipartimenti ospedalieri dipenderanno dal direttore medico. Quinto: viene definitivamente cancellata l'ostetricia di Noventa. Per il resto viene confermata l'organizzazione già delineata nel provvedimento spedito a Venezia in gennaio. Saranno, dunque, 46 i primari dei reparti del San Bortolo (in base alle schede ospedaliere varate dalla Regione), con l'unica novità del pronto soccorso di Noventa, e 29, come detto, le apicalità extraospedaliere. Le nuove unità operative semplici a valenza dipartimentale saranno 7: 5 ospedaliere (terapia intensiva neonatale e psicologia ospedaliera di Vicenza, terapia intensiva, radiologia e direzione medica di Noventa), una territoriale (sanità penitenziaria), una extraospedaliera (qualità, sicurezza e accreditamento). Non vengono, invece, confermate dall'atto aziendale, le attuali unità dipartimentali di emodinamica (con cardiologia interventistica), odontoiatria, patologia neonatale, chirurgia toracica e lungodegenza: il primo di questi incarichi (emodinamica) è già scaduto il 31 dicembre 2013, gli altri 4 cesseranno definitivamente il 20 novembre 2015. Le unità operative semplici saranno 99, 10 più delle attuali, considerando che alle odierne 83 vanno aggiunte, come chiesto dalla Regione, le unità a valenza dipartimentale. Alcuni incarichi verranno cancellati e altri se ne aggiungeranno. Non è stato, però, per il momento definito l'elenco preciso, che verrà rivisto alla luce dei nuovi dipartimenti. Un'analoga revisione verrà fatta per le posizioni organizzative ospedaliere ed extra affidate a personale del comparto per il coordinamento di uffici e le attività altamente specializzate. Anche qui alcuni incarichi cesseranno e altri ne verranno introdotti in linea con la nuova organizzazione aziendale. Grossa rivoluzione, avallata dalla Regione, per i dipartimenti. Saranno 5: materno-infantile, area medica, urgenza ed emergenza, neuroscienze e diagnostica, chirurgia. Il materno-infantile comprenderà chirurgia pediatrica, ostetricia e ginecologia, pediatria. L'area medica avrà le medicine generali di Vicenza e Noventa, dermatologia, malattie endocrine, gastroenterologia, pneumologia, geriatria, malattie infettive, oncologia, microbiologia, ematologia, nefrologia. Urgenza ed emergenza riunirà anestesia e rianimazione, Suem, pronto soccorso di Vicenza e Noventa, terapia del dolore, laboratorio analisi. Neuroscienze e diagnostica raggrupperà recupero e rieducazione funzionale, neurochirurgia, radiochirurgia stereotassica, neurologia, neuroradiologia, radiologia, radioterapia, medicina nucleare, fisica sanitaria. Chirurgia metterà insieme le chirurgie generali di Vicenza e Noventa, ortopedia, urologia, chirurgia maxillo-facciale, chirurgia plastica, otorinolaringoiatria, oculistica, cardiologia, cardiochirurgia, chirurgia vascolare, anatomia patologica.
Tre saranno, poi, i dipartimenti interaziendali (Dimt trasfusionale, dipartimento provinciale delle tecnologie informative sanitarie, dipartimento di nefrologia e dialisi fra Ulss 5 e Ulss 6, il primo confermato dalle schede ospedaliere, il secondo autorizzato da una delibera della giunta regionale del 21 maggio 2013, il terzo previsto da un'altra delibera della giunta-Zaia del 10 dicembre 2013). Nasceranno, inoltre, 2 coordinamenti provinciali per l'ematologia e la pneumologia riferiti all'intero bacino ospedaliero del Vicentino, su cui, cioè, graviteranno i reparti delle altre Ulss della provincia in due settori clinici di importanza strategica. Altra novità: ci saranno 2 dipartimenti funzionali ospedale-territorio, il primo di riabilitazione, il secondo di oncologia clinica.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1
Articoli
Malati tumore spendono 5 miliardi di euro l'anno di tasca propria
Morsi di zecche, la Sanità veneta agevola le vaccinazioni
Alex ringrazia su Fb, ora pronto a una nuova avventura
Bere acqua fa bene ai denti
La noia scatena l'uso compulsivo dello smartphone
Stipendi alti, autista e benefit: gli arabi a "caccia" di medici veneti
Usa e Grecia i Paesi più stressati al mondo, l'Italia si salva
Allarme Oms: bimbi fino a 2 anni mai davanti ad uno schermo
Doppia operazione a cuore fermo, salva una madre e la sua bambina
Nella barba degli uomini più germi che nel pelo dei cani
Donazioni di organi
Record di adesioni
per l'Aido vicentina
Via libera del Senato a ddl donazione corpo post mortem
Italia sempre più anziana: «Primi in Ue»
Ascoltare il ritmo del cuore: due dita sul polso possono salvare una vita
In Italia un 13enne su cinque fuma sigarette
La musica potenzia gli effetti degli antidolorifici
Anche la Basilica si veste di blu per l'autismo
Baby boom in un ospedale Usa, 9 infermiere incinte insieme
Ritirati 9 pigmenti per tatuaggi: sono cancerogeni
Dopo 7 aborti diventa mamma con una tecnica innovativa
Primo impianto
del defibrillatore
più piccolo al mondo
Dagli Usa ok al primo farmaco contro depressione post parto
L'adolescenza? Finisce solo a trent'anni
Il tè verde aiuta a lottare contro l'obesità
Giornata mondiale del sonno. Sondaggio: il colore può influire
Hai di fronte una sfida importante? Fai un bel respiro
Lo smog uccide più delle sigarette: 8,8 milioni di vittime all'anno
Vaccini: «Senza certificato, lunedì niente asilo per i bimbi»
Prova per la prima volta una protesi al braccio, l'emozione del bimbo: «Posso tenerla?»
Arresto cardiaco, evitabile una morte su tre. Denuncia del 118
È scritto anche nei geni se il tuo matrimonio sarà felice
Scolari iperattivi, arriva in Italia la "bici-banco"
Felicità è andare in bici, il mezzo di trasporto che dà più soddisfazione
Percorso integrato per le pazienti di Senologia
Infermieri, sempre protagonisti
Pronto Soccorso:  si rinnova per  un servizio migliore
C'è l'ok della Regione:  il nuovo Atto Aziendale è diventato realtà
Disabilità ortopediche  e neurologiche
La riabilitazione dopo l'infarto
Centro di raccolta sangue e molto altro
Ospedale di Lonigo polo di eccellenza nella riabilitazione
Sicurezza garantita a pazienti e personale
Per i disturbi alimentari
Avanti con l'umanizzazione  del Pronto Soccorso
Assistenza fondamentale per le categorie più deboli
Test di ingresso a Medicina: si va verso una riforma
Al via un corso intensivo  per smettere di fumare
Prestigioso premio per il prof. Ronco
Il ruolo dei Servizi Veterinari
Vicenza: innovazione nella sanità
Malghe: un patrimonio prezioso
Luca Zingaretti al Comunale per sostenere il San Bortolo
La sicurezza dei prodotti dei caseifici d'alpeggio
Servizi di qualità per gli utenti
Un momento difficile ma intrigante
Zaia: "Raggiunte molte mete.
La squadra ha lavorato forte"
Antonio Compostella: "Vogliamo rafforzare lo spirito aziendale"
Ripianificazione per l’anno 2013
Riabilitazione in acqua all’ospedale di Lonigo
Tecniche di assistenza a domicilio:
ci sono i corsi per "caregiver"
Ecografia preospedaliera: una sfida avvincente
Molte le iniziative di integrazione
Cosa offre il servizio
Sportello Integrato: diventa
realtà nel territorio dell’ULSS5
Servizio di Mediazione Culturale
Un’ortopedia di alto livello per l’ULSS5
La prenotazione poliambulatoriale
Il programma "Icaro"
L’impegno dell’ULSS5 contro l’abuso di alcol
Si ampliano le aperture serali
L’importanza dell’allattamento
L’Ospedale diventa amico dei bambini
Parte l'avventura del nuovo Ospedale
Unico: i programmi dell’Ulss5
Il Project Financing: cos’è
Un aiuto ai bisognosi con il "cibo solidale"
Fibra ottica per l’Ospedale Unico
All’ULSS4 screening mammografico su misura
Gli esami effettuati: alcuni numeri
Tempi record per l’accordo
tra l’ULSS4 e l’INAIL
Radiologia di sera e il sabato
Integrazione lavorativa persone con disabilità
Accoglienza migliore nell’Ospedale Unico conivolontari dell’AVO
"Il mandato dei DG durerà cinque anni"
Percorso integrato per le pazienti di Senologia
Infermieri, sempre protagonisti
Pronto Soccorso:  si rinnova per  un servizio migliore
C'è l'ok della Regione:  il nuovo Atto Aziendale è diventato realtà
Disabilità ortopediche  e neurologiche
La riabilitazione dopo l'infarto
Centro di raccolta sangue e molto altro
Ospedale di Lonigo polo di eccellenza nella riabilitazione
Sicurezza garantita a pazienti e personale
Per i disturbi alimentari
Avanti con l'umanizzazione  del Pronto Soccorso
Assistenza fondamentale per le categorie più deboli
Test di ingresso a Medicina: si va verso una riforma
Al via un corso intensivo  per smettere di fumare
Prestigioso premio per il prof. Ronco
Il ruolo dei Servizi Veterinari
Vicenza: innovazione nella sanità
Malghe: un patrimonio prezioso
Luca Zingaretti al Comunale per sostenere il San Bortolo
La sicurezza dei prodotti dei caseifici d'alpeggio
Servizi di qualità per gli utenti
Un momento difficile ma intrigante
Zaia: "Raggiunte molte mete.
La squadra ha lavorato forte"
Antonio Compostella: "Vogliamo rafforzare lo spirito aziendale"
Ripianificazione per l’anno 2013
Riabilitazione in acqua all’ospedale di Lonigo
Tecniche di assistenza a domicilio:
ci sono i corsi per "caregiver"
Ecografia preospedaliera: una sfida avvincente
Molte le iniziative di integrazione
Cosa offre il servizio
Sportello Integrato: diventa
realtà nel territorio dell’ULSS5
Servizio di Mediazione Culturale
Un’ortopedia di alto livello per l’ULSS5
La prenotazione poliambulatoriale
Il programma "Icaro"
L’impegno dell’ULSS5 contro l’abuso di alcol
Si ampliano le aperture serali
L’importanza dell’allattamento
L’Ospedale diventa amico dei bambini
Parte l'avventura del nuovo Ospedale
Unico: i programmi dell’Ulss5
Il Project Financing: cos’è
Un aiuto ai bisognosi con il "cibo solidale"
Fibra ottica per l’Ospedale Unico
All’ULSS4 screening mammografico su misura
Gli esami effettuati: alcuni numeri
Tempi record per l’accordo
tra l’ULSS4 e l’INAIL
Radiologia di sera e il sabato
Integrazione lavorativa persone con disabilità
Accoglienza migliore nell’Ospedale Unico conivolontari dell’AVO
Una nuova area bimbi nell’Ospedale Unico
Più accoglienza per le mamme
In casa e a tavola
Emergenza caldo: ecco come affrontarla
Insegnanti polacchi
in visita a Santorso
Traslochi: nessuno
spreco a Schio e Thiene
Ricetta elettronica e prenotazione degli interventi chirurgici
Per l’Alzheimer e altre demenze
BASSANO. Ulss: "Comprese le peculiarità del territorio"
"Noi e gli altri", dove
l’inclusione diventa realtà
Le sedi dell'iniziativa
Laboratori artigianali
di inclusione sociale
Per una presa in carico globale
Unapproccio innovativo alla disabilità
Il laboratorio di
genetica medica
Peri disabili gravi
c’è il Centro "Ancore"
Nuovo Centro Diurno, per mettere
sempre "La Persona al Centro"
Un aiuto concreto con "Il Raggio Verde"
Sanità più semplice
per i turisti in Croazia
A Bassano gli specialisti delle ulcere
Nuove tecnologie: arriva la telesanità
Due reti di telemedicina per le 4 ULSS
"La Regione ha premiato il ruolo di Vicenza"
Entro un anno le Ulss pagheranno i fornitori
"Il mandato dei DG durerà cinque anni"