24 giugno 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Auto

29.03.2019

Ferrari, premio record ai dipendenti e 75 nuove assunzioni

La sede Ferrari a Maranello. ARCHIVIO
La sede Ferrari a Maranello. ARCHIVIO

MARANELLO (Modena). I brillanti risultati aziendali del 2018 alla Ferrari porteranno incrementi consistenti nelle buste paga dei lavoratori grazie al Premio di competitività, che nella storia aziendale non è mai stato così elevato. E da aprile 75 nuove assunzioni. Lo riportano Resto del Carlino e Gazzetta di Modena.

 

La direzione aziendale, in un incontro con i rappresentanti sindacali, ha comunicato gli ottimi risultati 2018 sia per gli andamenti produttivi sia di redditività e di qualità, che hanno consentito di raggiungere obiettivi notevolmente superiori rispetto agli anni precedenti. L’aumento complessivo del premio di competitività sarà del 6,2% rispetto al 2017: in media, e tralasciando i correttivi determinati dalle presenze effettive sul lavoro di ogni singolo addetto, all’indicatore di produzione, che garantisce 2.750 euro, si aggiunge l’indicatore di redditività con 2.450 euro, per un totale di 5.200 euro. In più questa somma va moltiplicata per l’indice qualità 1,059 che porta l’ammontare complessivo medio a 5.506,80 euro. «È il premio più alto nella storia della Ferrari - dice il segretario generale della Fim Cisl Emilia Centrale, Giorgio Uriti - L’86% degli oltre 3.600 lavoratori prenderà tra il 100% del premio (5.500 euro) e il 107% (5.892 euro a chi non ha fatto alcuna assenza). Sono stati centrati in pieno tutti gli indicatori (numero vetture prodotte, risultato economico operativo e qualità) che determinano il premio». Il saldo 2018 verrà erogato il 30 aprile e godrà della detassazione al 10%.

 

Poi, un altro annuncio da parte dei sindacati: «Per effetto dello sviluppo delle attività produttive - dicono Fim, Uilm e Fismic - dal primo aprile 2019 saranno assunte stabilmente in Ferrari 75 persone in più». Inoltre pochi giorni fa c’è stata la ratifica del nuovo Contratto nazionale, che porterà nelle tasche dei lavoratori un incremento medio nei tre anni di 144 euro al mese.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1