21 luglio 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Auto

04.03.2019

Auto a metano?
Ok al rifornimento
«Fai da te»

Auto e metano in Italia
Auto e metano in Italia

Per le auto a metano arriva il servizio «fai da te». La Commissione europea ha infatti approvato lo schema del decreto che modifica il testo della norma attualmente in vigore riguardo l'esercizio degli impianti di distribuzione stradale del gas naturale e sblocca uno dei limiti della diffusione del carburante green. Finora in Italia il rifornimento di metano era infatti effettuato solo dall'operatore. Con la messa in pratica delle nuova normativa, invece, sarà possibile effettuare il pieno di gas anche in maniera autonoma, grazie al self-service. In questo modo si potranno accorciare i tempi di rifornimento e soprattutto effettuare le soste ai distributori anche fuori dai consueti orari di apertura, sulla stessa lunghezza d'onda di quanto accade per le pompe di benzina e gasolio. Al via libera di Bruxelles è seguita quella del ministero dell'Interno e dello Sviluppo Economico, dove lo scorso 21 febbraio è stato firmato il decreto dopo il periodo di osservazione e notifica alla Commissione europea.Nei prossimi giorni ci sarà la pubblicazione del provvedimento in Gazzetta Ufficiale, che renderà concreta questa modifica normativa attesa da tempo nel settore. Secondo quanto riporta il decreto, chi utilizzerà il self-service verrà inserito in una sorta di banca dati ministeriale e dei gestori della rete gas, con i distributori che dovranno dotarsi di uno speciale impianto di comunicazione con un centralino ad hoc attivo 24 ore su 24 per monitorare le attività degli utenti nei punti di rifornimento. Il pagamento del pieno di metano avverrà attraverso carta di credito o bancomat, ma non con i contanti. Prima di poter fare rifornimento, i consumatori attraverso un video tutorial saranno informati su come effettuare l'operazione e sul comportamento da tenere per evitare problemi, ascolteranno le avvertenze e anche i potenziali rischi connessi, oltre alle limitazioni e le conseguenze riguardo eventuali azioni scorrette. Con questa novità normativa vengono superati i limiti legislativi che finora avevano in parte frenato la diffusione del metano per auto nel nostro Paese. In questo modo, osservano le associazioni di categoria, ora si potrà aumentare ulteriormente il parco macchine circolante a gas naturale. Ad oggi sono oltre un milione i veicoli a metano in Italia, il più alto nel Vecchio Continente, e oltre 1.300 punti di rifornimento, per la stragrande maggioranza in mano ai privati, mentre circa 150 di proprietà di compagnie petrolifere. Quasi tutti sono concentrati al centro nord, mentre sono pochissimi quelli presenti nel Mezzogiorno. In Sardegna, addirittura, è assente, visto che non esiste alcun distributore, anche se si sta lavorando per portare anche nell'isola il gas naturale per autotrazione. Ma questi numeri, dopo l'introduzione del servizio self-service, tenderanno inesorabilmente a salire.

Em.Zan

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1