17 giugno 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Auto

05.06.2019

Arriva lo pneumatico senza aria e a prova di chiodo

Il primo pneumatico senza aria
Il primo pneumatico senza aria

MONTREAL (Canada). Al "Movin’On" Sustainable Mobility Summit di Montreal, in Canada, Michelin e General Motors hanno presentato una nuova generazione di pneumatici airless senza aria per auto: il prototipo Michelin Uptis (Uptis for Unique Tyre System) a prova di puntura.

Michelin e GM hanno annunciato di aver avviato una partnership di ricerca in cui le due società intendono testare il prototipo Uptis per equipaggiare le auto dal 2024. Già lo stanno testando su un’auto come la Chevrolet Bolt EV. Poi questi test continueranno in condizioni reali su una flotta di veicoli Bolt EV nel Michigan, Usa. Essendo Uptis «airless», senza camera d’aria, questa innovativa innovazione elimina il rischio di forature e consente agli automobilisti di essere più sereni quando viaggiano in auto. I proprietari di flotte e i professionisti riducono i tempi di inattività e ottimizzano la produttività eliminando la manutenzione. Per tutti di realizzare risparmi significativi per l’ambiente utilizzando meno materie prime per produrre pneumatici o ruote di scorta.

Come illustra con abbondanza di dettagli il video pubblicato su YouTube, Uptis si comporta come un normale pneumatico con aria all’interno, pur diventando molto più longevo grazie alla possibilità di riciclare la struttura depositando al termine di ogni ciclo di vita - per 5/6 volte, il doppio rispetto alla ricostruzione di un tradizionale pneumatico - un nuovo battistrada. La società in generale beneficia di straordinari risparmi ambientali grazie all’uso ridotto di materie prime per la sostituzione di pneumatici o la produzione delle cosiddette ruote di scorta, che si non troveranno più bordo delle auto.

 

«Uptis dimostra che la visione di Michelin per un futuro di mobilità sostenibile è chiaramente un sogno realizzabile - ha affermato Florent Menegaux, amministratore delegato di Michelin Group -. Attraverso il lavoro con partner strategici come GM, che condividono le nostre ambizioni di trasformare la mobilità, oggi possiamo cogliere il futuro». Frutto di un progetto che punta non solo all’equipaggiamento delle vetture di serie, Uptis è pensato anche per le forme di mobilità emergenti come i veicoli autonomi, quelli completamente elettrici e i servizi condivisi, che potranno contare su una manutenzione pressoché nulla delle gomme per massimizzare le loro capacità operative. «General Motors è entusiasta delle possibilità offerte da Uptis e siamo entusiasti di collaborare con Michelin per questa tecnologia rivoluzionaria - ha dichiarato Steve Kiefer, vicepresidente senior con responsabilità per la catena globale di approvvigionamento -. Uptis è la soluzione ideale per spingere l’industria automobilistica verso il futuro e un ottimo esempio dei possibili vantaggi per i clienti quando collaboriamo e innoviamo assieme ai nostri partner fornitori».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1