23 aprile 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

News

07.03.2013

Sul Conclave sale la tensione Una lista:«In 12 non papabili»

Un cardinale alla Congregazione
Un cardinale alla Congregazione

CITTÀ DEL VATICANO Dalla quarta congregazione generale, svoltasi ieri in Vaticano, i cardinali sono usciti ancora senza la data del Conclave anche se quella dell'11 marzo sembra essere la più probabile. La decisione non è stata posta ai voti, mentre il quadro dei 115 «elettori» si completerà oggi con l'arrivo del vietnamita Pham Minh Man. A suscitare clamore, però, è il caso dei porporati statunitensi che all'ultimo momento hanno disdetto la loro quotidiana conferenza stampa. Il fatto che intrattenessero rapporti correnti con la stampa, al di fuori dei canali stabiliti, cominciava a dare fastidio a molti. Alle porpore Usa, quindi, il Collegio ha fatto capire che non era più il caso. «Questa situazione del cammino verso il Conclave è una situazione particolare», ha spiegato il portavoce vaticano padre Federico Lombardi, «non è un convegno o un Sinodo ma un cammino in cui il Collegio cardinalizio fa la sua riflessione per giungere alla decisione, in coscienza, di ognuno dei membri sull'elezione del Pontefice». In questo senso, conclude, «serve riservatezza». Alla base dello scontro sui rapporti con l'informazione, anche la più volte ribadita volontà degli americani di «sapere» nella vicenda Vatileaks. Ed è a questo che si collega anche il loro desiderio di prendere tempo. Ma c'è invece chi ha fretta per evitare che esplodano nuove vicende, come quella di O'Brien, che gettino ombre su membri del Collegio. Ma una è già esplosa. Lo Snap, la rete Usa dei sopravvissuti agli abusi da parte dei preti, ha definito «non papabili» dodici cardinali. E ciò, ha spiegato «per rispetto alle vittime, soprattutto bambini, per le omissioni fatte nel denunciare i responsabili e per le giustificazioni date nonostante le prove documentate». I dodici, secondo lo Snap, sono Norberto Rivera Carrera, Oscar Rodriguez Maradiaga, Timothy Dolan, Angelo Scola, George Pell, Dominik Duka, Tarcisio Bertone, Donald Wuerl, Marc Ouellet, Sean O'Malley, Leonardo Sandri e Peter Turkson. Immediata la replica di Lombardi: «Spetta ai cardinali e non certo allo Snap dire chi può entrare in Conclave».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1