14 ottobre 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

I commessi dell'anno

07.10.2019

La pausa in centro
«Dietro al banco
la mia vocazione»

Nara Valle è stata “nominata” nella sfida tra i migliori venditori
Nara Valle è stata “nominata” nella sfida tra i migliori venditori

Dopo aver partecipato alla sfida lanciata tre anni fa dal nostro giornale per eleggere il miglior bar di Vicenza e provincia, la “Panineria del centro” torna alla ribalta con una sua dipendente: Nara Valle. «Lavoro qui da circa cinque anni, preceduti da altri sei in una pasticceria - racconta la barista -. In realtà, però, a 18 anni ho lavorato come orafa in un’azienda. Successivamente mio padre ha aperto un laboratorio e quindi, mentre la sera frequentavo la Scuola d’arte e mestieri, durante il giorno lo affiancavo nell’attività. Ad ogni modo mi è sempre piaciuto il contatto con il pubblico. Raramente sono in cucina, solo se ce n’è la necessità. Di solito il clienti mi trovano dietro al bancone». «Qui alla “Panineria del centro” siamo specializzati in tramezzini, bruschette e piadine con impasti creati da noi - prosegue Nara Valle -. Ma il piatto forte, soprattutto per la pausa pranzo, rimane il nostro riso basmati, verdure e listelle di pollo. Le giornate sono sempre lunghe, iniziamo alle otto di mattina con le colazioni e terminiamo alle otto di sera dopo i pranzi e gli aperitivi. L’attività, essendo anche in pieno centro storico, è praticamente sempre aperta, a parte il lunedì pomeriggio». Nel tempo libero la barista cerca di riposare e di passare qualche ora con la figlia che, fatalità, è impegnata in centro città e ricopre in un altro locale lo stesso ruolo della mamma. Sinceramente in negozio non abbiamo fatto pubblicità sulla gara per eleggere “I commessi dell’anno” - chiude la 48enne -. Certo, leggendo il giornale avevo visto che era partita la seconda edizione, ma non mi aspettavo di essere votata. È stata una sorpresa graditissima. A dire il vero ora che ci penso vedevo che dei clienti mi chiedevano di poter ritagliare le schede dei giornali che abbiamo al bar, ma non avevo collegato le due cose. Poi magari c’è anche lo zampino di parenti e amici. Ad ogni modo sono felice: è una soddisfazione personale e un modo per far parlare della Panineria dopo la gara dedicata ai bar». Com’è facile immaginare le storie da raccontare, come questa di Nara Valle, sono tantissime. Ed è bello sapere che la gara, ancora una volta, sta fungendo da collante: un modo diverso per conoscere meglio le persone che da un lato stanno dietro al banco e dall’altro a quel banco si affacciano per acquistare qualcosa. Tutti stanno accogliendo “I commessi dell’anno” con il giusto spirito: quello di mettersi in gioco e di raccogliere quanto di bello e positivo questa opportunità ha da offrire. Invitiamo chiunque a partecipare, a tornare un po’ bambino e a lasciarsi coinvolgere in una nuova esperienza. I cittadini di Vicenza e provincia, lettori del nostro giornale, sono chiamati in causa. A loro la bravura di segnalarci il migliore commesso o la commessa preferita, ai lavoratori e ai colleghi il compito di fare altrettanto, ossia d’inviare la clientela a votarli. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Sara Marangon
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1