07 agosto 2020

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Game

14.11.2019

Tutti pazzi per "WWE 2K2O"
ma il wrestling è da bocciare

Il titolo del momento e sulla bocca di tutti, non sicuramente per merito, è il videogioco di wrestling WWE 2K20 sviluppato da Yuke's e Visual Concept per 2k Games.

 

IL GIOCO

In pochissimo tempo dalla sua uscita, avvenuta il 22 ottobre scorso, ha catalizzato l'attenzione della community internazionale dei gamers grazie ai suoi straordinari bug e glitch, impensabili nel 2019. In questo modo, incredibilmente, il gioco è riuscito a vendere più del dovuto, essendo un gioco "sportivo annuo" come Pes o Fifa, i suoi predecessori si aggiravano poco sotto il milione di copie all'anno, WWE 2K20 in sole 3 settimane ha già sfiorato quota 5 milioni di copie fisiche vendute. Il gioco è diventato un "meme" fin da subito, i giocatori diventano testimoni di scene assurde ed errori grafici che vengono ripresi e ritwittati immediatamente.

 

LA STORIA

Dietro le quinte dello sviluppo di WWE 2K20 si nasconde una storia fatta di litigi e aspettative, il gioco doveva essere pronto a fine settembre ma, data l'impossibilità di poter terminarlo entro i tempi prestabiliti, la casa nipponica Yuke's ha rinunciato all'incarico e ha passato il testimone agli americani di Visual Concept che si sono trovati costretti a finire il gioco in pochissimi mesi. Questa la versione ufficiale. In realtà, stando a diversi tweet, molti di essi nottetempo cancellati, i risultati ottenuti dal team di Yuke's non convincevano a sufficienza i pubblicatori di 2k Games che all'ultimo hanno deciso di dare tutto in mano a Visual Concept, convinti di poter avere di meglio. Il risultato è stato disastroso, è difficile che tali stravolgimenti al vertice avvengano senza conseguenze, soprattutto quando si parla di un brand che deve riproporsi a cadenza annuale.

 

LE MODALITÀ

Le modalità di gioco sono le solite, divise in pve e pvp. La modalità classica Showcase quest'anno racconta la Women's Evolution, ovverosia il percorso di crescita che ha portato le Four Horsewomen (Charlotte Flair, Sasha Banks, Becky Lynch e Bayley) dagli show di NXT al main event di Wrestlemania. Inoltre c'è la MyCareer, una lunga carriera con personaggi originali da creare tramite editor: si tratta stavolta un uomo e una donna, Tre e Red. Tutto ciò che è stato inserito ha una buona logica e le storie sono accattivanti ma quando si entra nel vivo dell'azione ci si accorge che WWE 2K20 farebbe fatica ad essere giustificabile anche se fosse una semplice beta. I glitch non sono leggende nate sul web ma colpiscono tutti i match, è consigliato a tutti i lettori di andarseli a cercare nel web poiché sono esilaranti.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1