16 ottobre 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

Gusto

09.04.2019

La migliore Colomba d'Italia per il Gambero Rosso è vicentina

La Colomba della pasticceria Olivieri 1882
La Colomba della pasticceria Olivieri 1882

La Colomba pasquale più buona d'Italia è vicentina. A dirlo la guida del gusto per eccellenza "Gambero Rosso", che ha organizzato a Roma una degustazione alla cieca tra 20 Colombe classiche da tutta Italia realizzate dai grandi maestri del lievitato. E il risultato finale ha premiato la pasticceria Olivieri 1882 di Arzignano.

 

 

Il Gambero Rosso descrive così la Colomba di Olivieri 1882: «Una reginetta di bellezza tra le colombe: slanciata, composta, con le ali staccate, lavorata dunque in due impasti differenti. Insomma, una colomba che si fa notare, con una lievitazione ben espressa, la glassa chiara croccante con mandorle pelate e zuccherini di taglio grande. L'impasto è giallo intenso, esprime una lievitazione vitale con alcuni strappi vorticosi nell'alveolatura, corretta nella cottura. Al naso c'è un buon profumo di burro buono, farina, di lievito ben gestito, vaniglia e buona pasticceria. Profumi molto caratteristici, gentili e rassicuranti. La trama è setosa e morbida, con una bellissima masticabilità. Non si vedono i canditi ma se ne percepisce la nota agrumata. Il gusto è equilibrato e pieno, e si individua l'ottima materia prima. Una colomba elegante, accogliente, fresca e, ribadiamo, molto equilibrata. Nei voti del panel, quella di Olivieri - Nome poco conosciuto nella sfera dei grandi lievitati nonostante con tutte e due le mani nell'arte bianca dal 1882 - largamente la migliore quest’anno».

 

Grande soddisfazione per Nicola Olivieri, maestro pasticcere di Olivieri 1882: «La nostra colomba 100% artigianale è realizzata con le migliori materie prime, attentamente selezionate. La lavorazione dura complessivamente quattro giorni, di cui oltre 48 ore sono dedicate alla naturale maturazione del prodotto. L’unicità deriva dall’uso esclusivo di lievito madre e di una maggiore quantità di uova, che donano all’impasto il caratteristico colore giallo, oltre che dalla glassatura nove volte più ricca di mandorle, nocciole e pinoli. A differenza delle altre colombe, Olivieri 1882 utilizza arance candite artigianalmente in vasca di canditura e tritate finemente in pasta. In questo modo l’impasto sembra senza canditi, che però sono presenti al gusto e distribuiti omogeneamente».

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1