22 aprile 2019

Aree Tematiche

CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

News

15.06.2013

Cittadinanza onoraria al battaglione “Aosta”. Combattè al Cosmagnon

Il conferimento della cittadinanza onoraria all' “Aosta”. STUDIO STELLA
Il conferimento della cittadinanza onoraria all' “Aosta”. STUDIO STELLA

Il conferimento della cittadinanza onoraria al battaglione alpini Aosta, avvenuto ieri a Valli del Pasubio per volontà di quel Comune, ha sancito un rapporto ufficiale tra il centro della Val Leogra e uno storico reparto delle truppe alpine.
Durante la Prima guerra mondiale, fu proprio sul Pasubio che la bandiera del battaglione, una delle unità che costituivano il 4° reggimento alpini, guadagnòla medaglia d'argento al Valor militare, per l'eroico comportamento nei combattimenti all'Alpe di Cosmagnon.
È quindi una sorta di ritorno, quello che vede l'Aosta insignito a Valli. A ricevere materialmente la pergamena è stato il comandante del Centro addestramento alpino, generale di brigata Antonio Maggi, in quanto da questo ente dipende attualmente il battaglione Aosta, comandato dal ten. col. Patrick Farcoz, che fa a sua volta parte del Reggimento addestrativo comandato dal col. Piero Lamacchia.
Con il riordino dell'Esercito, lo storico reparto è stato posto, infatti, alle dipendenze del Centro addestramento alpino, polo d'eccellenza che forma alla montagna il personale delle truppe alpine, delle forze speciali e di eserciti di altri Paesi. Il Centro, inoltre, è l'unico ente nell'ambito delle Forze armate italiane abilitato a formare e qualificare il personale allo sci, all'alpinismo, alla conoscenza della neve e delle valanghe e al soccorso. Particolare, negli ultimi anni, è l'impegno nell'ambito delle operazioni fuori area: qui, infatti, si addestra il personale destinato a operare in Afghanistan come istruttore dell'esercito afgano.
È questa la connotazione attuale del battaglione Aosta, che è stato rimodulato in reparto addestrativo per rispondere alle moderne esigenze della Forza armata, ma le cui origini partono da molto lontano, in pratica dalla nascita del corpo degli alpini, risalendo la costituzione del 4° reggimento al 1882.
Dopo la partecipazione alle due guerre mondiali, nel 1946 l'Aosta viene ricostituito e nel 1975 passa alle dipendenze della Scuola militare alpina, diventando, fino agli inizi degli anni Duemila, il reparto di formazione per innumerevoli corsi di allievi ufficiali di complemento degli alpini, che alla caserma Battisti di Aosta hanno compiuto il loro ciclo di istruzione prima di essere assegnati ai vari reparti alpini per il servizio di sottotenenti di prima nomina. Nel 1998 la Scuola passa alle dipendenze del Comando truppe alpine di Bolzano e assume la denominazione di Centro di addestramento alpino.

Paolo Rolli
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1