venerdì, 07 agosto 2020
CHIUDI
CHIUDI

Chiudi

06.10.2012

Cena con i funghi: ricoverato
E i soldati Usa gli rubano l'auto

Walfrido Marquez
Walfrido Marquez

Creazzo. Che ci azzeccano tre militari Usa, i vigilantes, un'auto rubata, la polizia, un locale di lap dance, un bosniaco, un amico italiano e un'intossicazione da funghi? Tutto. Perché in questa storia si incrociano uno con l'altro ma finiscono in modo molto diverso: i tre americani in manette per il furto aggravato dell'auto del bosniaco, lui e l'amico italiano all'ospedale avvelenati dai funghi. Lo strano incrocio inizia alle 2 dell'altra notte quando un'auto della vigilanza privata chiama il 113 perché nel cortile della ditta Armes a Creazzo hanno trovato tre militari americani. Arriva la polizia ma quando vede Walfrido Marquez, soldato Usa di 30 anni con la stazza di un peso massimo, pensano bene di chiamare rinforzi. Arriva la pattuglia e resta stupita: «Questi li abbiamo visti poco fa, ma erano su una macchina...». E la macchina dov'è? La trovano lì vicino, davanti al negozio di computer Wellcome: è una Passat intestata però a un bosniaco. Gli agenti lo cercano per capire se gliel'hanno rubata. Abita a Creazzo ma non lo trovano. I tre americani intanto spiegano che erano andati in un vicino locale di lap dance. Oltre a Marquez ci sono Jonathan Mota, 25 anni e Thomas Murphy, 31 anni. Vanno tutti davanti al night e i poliziotti all'entrata vedono un uomo che sta male. E chi è? Il bosniaco proprietario dell'auto. «Dov'è la sua auto?»; «Qui dietro» risponde. Invece no, visto che gliel'hanno rubata. Così la vicenda prende un doppio binario: da una parte i tre americani accompagnati in questura per spiegare che ci facevano su un'auto non loro. Dall'altra c'è Nezir Sarac, 46 anni, bosniaco residente a Creazzo. Sta male perché assieme a un amico italiano ha mangiato funghi.  Lo portano al pronto soccorso, in auto ha ancora dei funghi, l'esperto li riconosce: «Non sono letali ma sono tossici» dice. Qualche ora dopo si presenta al San Bortolo anche l'amico, ha il collo gonfio: anche lui per colpa dei funghi tossici e forse vecchi. Comunque nessuna conseguenza grave per tutti e due. Quanto ai tre militari Usa, vengono arrestati per furto aggravato della Passat. Ieri doveva esserci il processo per direttissima, ma visto che sono soldati della Ederle bisognava avvisare le autorità Usa. E nessuno lo ha fatto. Così sono tornati in libertà in attesa del processo fissato il 31 ottobre. Sempre che il comando americano li lasci alla giustizia italiana. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Alessandro Mognon
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1

Necrologie