Serie B

Vicenza, De Maio si presenta: «L'impresa si può fare. Sono qui per questo»

Di testa le prende tutte, perché il gioco aereo è il suo punto di forza. Sebastien De Maio, 34 anni, acquisto di peso completato dal direttore sportivo Federico Balzaretti, lancia un primo messaggio ai nuovi compagni: «Per scalare la montagna, bisogna usare soprattutto la testa. Dovremo essere convinti, l’impresa è possibile e io voglio salvarmi con la maglia biancorossa».
Aveva appena 19 anni quando assaggiò il biancorosso. Che ricordi ha?
«Ero un ragazzino, feci un mese a Vicenza, mi allenai con il gruppo che all’epoca era allenato da Camolese e mi trovai benissimo. Mi era piaciuto quel periodo ma poi non so cosa accadde, alla fine fui trasferito al Brescia».
Cosa l’ha portata ad accettare adesso, scendendo di categoria?
«La voglia di una nuova sfida. La classifica la conosco, è brutta, e non nego che subito ho avuto dei dubbi, quando il direttore mi ha chiamato per farmi la proposta. Mi sono fatto delle domande ma mi sono anche dato delle risposte. Ci sono tante cose positive, al di là dell’ultimo posto in classifica. E l’impresa si può fare».
Finalmente domenica si gioca, mi viene da dire. Il Vicenza è fermo da oltre un mese e quando continui ad allenarti senza giocare hai voglia di far vedere che la squadra c’è.