Guida ai playout

Vicenza, con il Cosenza niente supplementari: una vittoria è d'obbligo

Tutto in 180 minuti, senza strascichi di supplementari o rigori. Vicenza e Cosenza si giocheranno la possibilità di rimanere in serie B nella doppia sfida in programma giovedì 12 e venerdì 20 maggio, sempre con fischio d'inizio fissato alle 20.30: andata al Menti, ritorno al San Vito - Marulla, in virtù della miglior posizione in classifica dei calabresi al termine della stagione regolare (35 punti per la squadra dell'ex Bisoli, uno in meno per quella di Baldini) .

Vantaggio-Cosenza Quello di disputare la seconda partita in casa sarà un bel vantaggio per la formazione allenata da Pierpaolo Bisoli: lo stadio cosentino, infatti, ha una capienza di 20.000 spettatori, quindi il clima si annuncia rovente per il Vicenza in trasferta. Ma al di là del fattore ambientale, ci sarà un altro vantaggio ancora più rilevante per la squadra che ha terminato il campionato al quintultimo posto: il Cosenza, infatti, potrà permettersi di pareggiare il risultato complessivo al termine dei 180 minuti per assicurarsi la permanenza in serie B. Ciò significa che i calabresi saranno salvi sia in caso di due pareggi, sia in caso di una vittoria e una sconfitta con parità di differenza reti nei due incontri (ad esempio un 1-0 all'andata per il Vicenza e un 2-1 al ritorno per i calabresi). Non ci sarà alcuna differenza tra i gol segnati in casa o in trasferta.

Niente supplementari Già fin d'ora è certo che non ci sarà una coda di tempi supplementari o rigori: quest'eventualità si sarebbe verificata solo nel caso in cui le due squadre avessero chiuso la stagione regolare a pari punti, e anche la doppia sfida tra andata e ritorno si fosse chiusa in totale parità (due pareggi o una vittoria per parte con identica differenza reti complessiva). Il punto in più in classifica si rivela dunque davvero prezioso per il Cosenza: per salvarsi il Vicenza dovrà per forza vincere una delle due partite e pareggiare l'altra, o perderla con una differenza reti complessiva migliore tra andata e ritorno. Una buona notizia comunque c'è: nessun pericolo giallo per i diffidati Cavion, Maggio e Diaw. Con i playout, infatti, vengono "azzerate" le loro posizioni. 

Francesco Guiotto