La sfida playout

Verso Vicenza-Cosenza, Baldini: «Dare tutto senza pensare al ritorno. I tifosi saranno un grande spinta»

Il tecnico del Vicenza, Stefano Baldini (Foto STUDIO STELLA)
Il tecnico del Vicenza, Stefano Baldini (Foto STUDIO STELLA)
Il tecnico del Vicenza, Stefano Baldini (Foto STUDIO STELLA)
Il tecnico del Vicenza, Stefano Baldini (Foto STUDIO STELLA)

È arrivato dove voleva, a giocarsi la salvezza. Era l’obiettivo che Francesco Baldini aveva in testa quando si è seduto sulla panchina del Vicenza e vincendo le ultime tre gare di campionato lo ha centrato grazie anche all'impegno dei suoi giocatori. «Li vedo concentrati, determinati, anche se smaltire il dopo-Alessandria non è stato semplicissimo, ma ora sono a posto» dice il tecnico biancorosso alla vigilia della sfida playout di andata con il Cosenza, domani sera in uno stadio Menti esaurito e ribollente.

La strategia per il confronto? Chiara. «Noi dobbiamo dare tutto in questa partita, senza pensare che poi ci sarà un ritorno» sostiene Baldini, che si tiene in mano le carte fino all’ultimo per quel che riguarda scelte tecniche e tattiche. «Io non sono il tipo di allenatore per cui squadra che vince non si cambia, mi prendo tutto il tempo che ho per decidere». Pretattica o dubbi sullo schieramento da scegliere? Si capirà solo all'ultimo. Il tecnico sul Cosenza di Bisoli spiega: «Fa poche cose ma fatte bene».

Le certezze invece sono sulla cornice di pubblico di fronte alla quale il Vicenza giocherà il primo atto dei playout per restare in B: il Menti è al gran completo. «I tifosi saranno una grande spinta per noi e i ragazzi se la sono meritata per quanto hanno fatto vedere in queste ultime partite», conclude Baldini.

 

Alberta Mantovani