LE STRUTTURE

Tre campi per il Lane e un futuro a Thiene È un tour biancorosso

L'impianto di Thiene
L'impianto di Thiene
L'impianto di Thiene
L'impianto di Thiene

•• È un Vicenza che viaggia, un Vicenza itinerante, cui piace muoversi ed essere sempre più squadra della provincia. Se la "casa" delle partite resta il Menti, quella degli allenamenti è destinata ad ingrandirsi notevolmente, dando ospitalità ai biancorossi in tre diversi luoghi: Fellette di Romano d'Ezzelino, Caldogno e tra poco anche Thiene. Lavorare su più campi è un'esigenza naturale per una squadra professionista. E va vista anche in quest'ottica la scelta, da parte della società biancorossa, di avere a disposizione più strutture per gli allenamenti settimanali. Strutture all'avanguardia, curate nei dettagli, che favoriscano il lavoro di staff e giocatori. Il presente Pochi giorni fa, il Vicenza di Cristian Brocchi ha svolto il primo allenamento allo Sporting55, il centro sportivo di proprietà della famiglia Rosso che sarà riservato alla prima squadra (e ad alcune formazioni del settore giovanile della zona bassanese) per quel che riguarda alcune aree. Si è trattato di un debutto importante, che ha sancito il compimento di un altro passo verso la realizzazione dell'ambizioso progetto biancorosso. Il Vicenza non sarà sempre allo Sporting55, capitan Giacomelli e compagni continueranno di massima ad utilizzare l'altro polo strategico, Caldogno, che da qualche anno ormai rappresenta il quartier generale biancorosso. In particolare Capovilla, dove il Vicenza si allena vari giorni a settimana, avendo a disposizione non solo più campi ma anche una palestra e gli spogliatoi. Con la Calidonense, che ha in gestione sia l'impianto di Capovilla che quello di via Torino, dove si trova lo stadio comunale, il Vicenza ha intrattenuto finora ottimi rapporti di collaborazione e proprio il Comunale è stato spesso teatro di allenamenti e amichevoli dei biancorossi, come sabato mattina, quando la squadra di Brocchi ha svolto un allenamento congiunto con la Primavera. La bella storia tra il Vicenza e Caldogno non finirà qui, ma è chiaro che con la novità Thiene il futuro andrà un po' riscritto e magari nei prossimi mesi la frequenza con cui i biancorossi utilizzano l'impianto di Capovilla potrebbe subire una frenata. Un accordo tra la Calidonense e il Vicenza permetterà alla squadra di usufruire del centro sportivo Le Vegre fino al 31 dicembre 2021. Il futuro Non è ancora chiaro in quali modalità, e oltretutto manca l'ufficialità, ma il Vicenza si allenerà pure a Thiene. E, a quanto pare, il debutto sul campo della nuova Cittadella dello sport (uno stadio omologato per la serie C, con 1300 posti a sedere per il pubblico), situata nell'area del Parco Sud, dovrebbe avvenire a breve, questione di giorni addirittura. Anche in questo caso, la struttura, realizzata dall'impresa Munaretto, è all'avanguardia e il centro è polifunzionale. Il Rugby Thiene ci ha già messo piede, tra poco toccherà al Lane che avrà a disposizione un campo principale, uno secondario, un'area attrezzabile a palestra e gli spogliatoi. Un altro gioiellino insomma, non lontano da Vicenza e a pochi chilometri da Caldogno, in una posizione strategica della provincia, che comprenderà anche un'arena per gli spettacoli. I tifosi Sono soprattutto loro ad aver voglia di campo, nel vero senso del termine. I tifosi sperano di poter essere al fianco della squadra spesso, di poter seguire gli allenamenti facilmente e non dover combattere con ostacoli e barriere. A Capovilla, finora, i tifosi si sono accontentati di vedere all'opera i biancorossi dall'argine del Timonchio, un posto ameno ma non certo comodo. Lo Sporting55 è dotato di una tribuna scoperta da 300 posti e la speranza è che al più presto si possa riempire. A Thiene lo spazio per accogliere i tifosi c'è. Non resta che attendere l'ufficialità, poi il Vicenza sarà sempre più la squadra della provincia.•. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Suggerimenti