I BABY BIANCOROSSI

Primavera sconfitta e ora tocca l’esame Como

In campo Sabato a Grisignano la Primavera ha perso con l’Entella TROGU
In campo Sabato a Grisignano la Primavera ha perso con l’Entella TROGU
In campo Sabato a Grisignano la Primavera ha perso con l’Entella TROGU
In campo Sabato a Grisignano la Primavera ha perso con l’Entella TROGU

L’emozione a volte fa brutti scherzi. Quello che, pare, essere successo ai baby biancorossi nella sconfitta (0-3) rimediata al primo impegno ufficiale contro l’Entella. A differenza della prima squadra infatti la Primavera del Vicenza aveva dato buoni segnali durante la pre-season, riuscendo ad ottenere risultati anche importanti con formazioni di Serie D e Eccellenza. Ma soprattutto aveva ben impressionato dal punto di vista del gioco espresso. Sabato invece a Grisignano si è vista una squadra piuttosto impacciata e contratta. Un approccio sbagliato al match contro la Virtus Entella: Paoloni e compagni hanno a caro prezzo lo scotto dell’esordio nel campionato di Primavera 2. Degli undici partiti dal primo minuto solo pochi avevano esordito in categoria nella passata stagione: Gerardi, Ongaro, Spiller, Favero e Oboe. E il responsabile del settore giovanile Michele Nicolin aveva avvertito qualche settimana fa: «Vedendo i ragazzi giocare è chiaro che alcuni di loro devono sgrezzarsi in alcune dinamiche che possono sembrare banali, ma non lo sono per chi proviene dal settore giovanile. Dovremo vedere come impatteranno i ragazzi che non hanno dimestichezza con la categoria». Proprio alcuni errori di gioventù e un approccio troppo timido sono costati una sconfitta senza mezzi termini. Un primo tempo da dimenticare con il Vicenza mai veramente in partita, troppo macchinoso. Di fronte invece una Virtus Entella quadrata e guidata da alcune individualità importanti. Nella ripresa, aperta da un infortunio di Gerardi che s’è fatto infilare proprio sul suo palo praticamente dalla linea di fondo, mister Simeoni ha provato a cambiare qualcosa, passando dal 4-3-1-2 al 4-4-2. Il Vicenza è riuscito così a rendersi più pericoloso e a scrollarsi di dosso la tensione. A facilitare il cambio marcia di Paoloni e compagni anche alcuni cambi operati dal tecnico biancorosso, tra cui l’ingresso in campo di Filippo Alessio, giovane 2004 che aveva esordito anche con la prima squadra nell’amichevole contro l’Arzignano e che ha dato sin da subito buoni segnali. Poi l’Entella è pure rimasta in dieci e allora il dominio territoriale è stato nettamente del Lane, ma a quel punto la porta dei liguri, difesa da un ottimo Thomas Pastine, sembrava stregata e i ripetuti tentativi dei biancorossi non sono andati a segno. Un’inversione di rotta visto che nei test precampionato la Primavera era sempre andata a segno, anche contro squadre ultra-quotate di D come Arzignano e Luparense. L’augurio è quindi che si tratti di un episodio isolato e che i ragazzi di Simeoni già sabato nella trasferta di Como possano tornare ad esprimere un buon gioco e trovare il gol. •. An.Fab.

Suggerimenti