A Romano d'Ezzelino

Ora al centro c'è il Lane: ecco la nuova casa per crescere ancora

LR Vicenza, il nuovo centro tecnico di Romano (CECCON)

È tempo di nuovi inizi in casa Vicenza. Domenica è arrivata la prima vittoria. Che, se piacerà agli dei del pallone, costituirà un punto di svolta in questo campionato. E martedì, su un altro fronte, è stato mosso un passo che la dice lunga sulla solidità del progetto biancorosso. Nel pomeriggio, infatti, la squadra ha svolto il suo primo allenamento a Romano d'Ezzelino su uno dei campi dello Sporting55, il centro sportivo di proprietà della famiglia Rosso. Si tratta di una struttura (o meglio, di una serie di strutture) all'avanguardia, in cui vanno a braccetto le aree riservate al Vicenza e quelle aperte al pubblico.

LE CARATTERISTICHE. Gli impianti sono moderni e imponenti. Per capirci, danno lavoro a una quindicina di persone (che possono diventare venti nel periodo estivo). Alcuni lavori devono ancora essere ultimati, ma la squadra può già lavorare in maniera ottimale. In un pomeriggio coperto ma quasi del tutto privo di pioggia, si è potuta vedere innanzitutto una guest house centrale. All'esterno ci sono due campi regolamentari da calcio (con fari). In quello in cui s'è allenata la squadra c'è una tribuna scoperta capace di 300 posti. Ci sono poi un campo da calciotto in erba sintetica, due campi da calcetto 6 vs 6 in erba sintetica, tre campi da calcetto 5 vs 5 in erba sintetica, sei campi da padel coperti per la stagione invernale (che pare abbiano suscitato l'apprezzamento dell'appassionato Brocchi), quattro campi da tennis in terra, di cui due coperti, due campi da beach volley (che godono del favore dei preparatori atletici per le possibilità di lavoro che offrono), due piscine e una piscina idromassaggio. Si passa poi all'interno, mentre il management al gran completo (Paolo Bedin, Giuseppe Magalini e Francesco Vallone) prende confidenza con la struttura. Spicca una palestra di 300 mq, poi ci sono un'area wellness con bagno turco e sale dedicate ai massaggi e terapie (Giacomelli e Diaw i primi fruitori). Il centro si completa con spogliatoi, sale meeting e un'area bistrot per i momenti ricreativi. Una menzione particolare la merita la sala video, con le sedie che danno quasi l'idea di essere in un cinema di una volta.

IL SETTORE GIOVANILE. Il centro è stato realizzato anni addietro ed stato acquistato da Red Circle, società di investimenti della famiglia Rosso, nei primi mesi del 2018. Per qualche tempo (negli anni precedenti) il Bassano si era allenato nella struttura, poi rifatta totalmente. «È un centro sportivo - spiega Renzo Rosso, patron del Vicenza - ideato e realizzato con le migliori tecnologie e sviluppato in sinergia per soddisfare le esigenze della squadra e permettere ai giocatori di allenarsi nelle migliori condizioni, in un centro di grande livello. Vi sono delle aree esclusive riservate alla prima squadra e altre aree che potranno essere utilizzate dai clienti, come la palestra e l'area wellness, l'area piscina e ristorante, i campi da padel di livello internazionale, i campi da calcetto e tennis . Nel centro si alleneranno anche le squadre del settore giovanile biancorosso della zona bassanese, sarà bello per i bambini poter vedere da vicino gli allenamenti della prima squadra e conoscere i giocatori». La squadra comunque si allenerà anche a Capovilla. In futuro, anche se la notizia non è stata ancora ufficializzata, il gruppo biancorosso dovrebbe lavorare pure a Thiene.

Giancarlo Tamiozzo

Suggerimenti