Verso Brescia-Vicenza

Lane ancora in emergenza, ma Di Carlo assicura: «Pronti a fare una grande partita»

Il video non può essere visualizzato in quanto non è stata accettata la cookie policy.
Brescia-Vicenza, mister Di Carlo nel pre-partita

Un punto nelle ultime tre partite (di cui due in casa), con la zona play out che è tornata a farsi minacciosa. E una lista di indisponibili ancora molto lunga, visto che ai lungodegenti Vandeputte, Nalini, Ierardi, Bruscagin e Pontisso, si sono aggiunti Dalmonte, Meggiorini, Longo e Perina, oltre allo squalificato Beruatto. Sarà dunque ancora una volta un Vicenza in piena emergenza quello che domani, lunedì 4 gennaio, sarà di scena a Brescia (fischio d'inizio alle 21). Ma mister Di Carlo assicura: «Ci sono delle criticità perché non saremo in tanti ma la squadra è pronta». 

 

Il tecnico dei biancorossi alla vigilia della trasferta al Rigamonti ha risposto in videoconferenza alle domande dei giornalisti. La sconfitta interna con l'Entella pesa, ma per Di Carlo «la differenza l’ha fatta solo ed esclusivamente il gol dell’Entella. Potevamo far meglio sotto l’aspetto della tensione nel loro gol e quando abbiamo tirato in porta, anche se dall’altro lato abbiamo trovato un portiere che ha fatto tre parate decisive. Era la classica partita da vincere in maniera sporca. Loro l’hanno vinta in maniera sporca, noi non siamo riusciti a sporcarla. Ma fa parte del percorso di tutte le partite di Serie B».

 

«È un campionato difficile e complicato per tutti, non solo per noi - prosegue Mimmo -. Il nostro obiettivo è mantenere tranquillità e lucidità soprattutto in questi momenti un po’ negativi che arrivano per tutti. I tifosi sono delusi come tutti quanti noi: la sconfitta porta sempre delusione. Ma la squadra ha lottato, ha giocato, non è stata determinante ma ha fatto quel che doveva fare. Domani abbiamo un’occasione per rendere pan per focaccia al Brescia, squadra di spessore. Abbiamo avuto due giorni in più di recupero, i ragazzi si sono preparati bene. Quindi siamo pronti per la partita».

In merito alle tante assenze, Di Carlo sottolinea: «Dobbiamo tirare fuori qualcosa in più nelle difficoltà, lottare centimetro per centimetro su ogni pallone e credere di più in noi stessi. Quando vedo la squadra che si allena con questo ritmo e quest’intensità resto sempre fiducioso del fatto che possiamo giocarcela con le nostre armi e con le nostre qualità. Perché comunque in campo ci va una squadra che può mettere in difficoltà l’avversario e può portare a casa punti da Brescia».

 

E proprio al Rigamonti potrebbero esserci novità nel modulo, «con un centrocampo più rinforzato: tre centrali al posto di due. Mi piacerebbe vedere una squadra un po’ più compatta». «Noi rispettiamo il Brescia - conclude Di Carlo - ma siamo il Vicenza e dobbiamo giocare da Vicenza. Questo mi piacerebbe vedere domani. Dobbiamo avere la determinazione e la convinzione di poter fare male al Brescia».

# Sposta il focus sul parent