Il Vicenza al lavoro

Lane, tra coppa e campionato gli esami sono vicini. E quei tre già scalpitano

Stefano Giacomelli si candida insieme a Dalmonte a guidare il Lane come trequartista
Stefano Giacomelli si candida insieme a Dalmonte a guidare il Lane come trequartista
Stefano Giacomelli si candida insieme a Dalmonte a guidare il Lane come trequartista
Stefano Giacomelli si candida insieme a Dalmonte a guidare il Lane come trequartista

Cinque squadre favorite ai nastri di partenza, il Vicenza nel gruppo subito dietro con la voglia di rovinare i piani anche agli avversari più accreditati. È stato lo stesso tecnico del Lane Mimmo Di Carlo a soppesare le forze in campo a tre settimane dal via del campionato di serie B: «Parma, Monza, Lecce, Benevento e Crotone rappresentano il top della categoria – ha osservato al termine dell’amichevole contro il Lecce -. Subito dietro ci siamo anche noi, consapevoli che queste grandi squadre si possono anche battere, pensando però solo a migliorare noi stessi, passo dopo passo, sviluppando il gioco e la giusta mentalità».

 

GAMBE PESANTI. Ma a che punto è il percorso di crescita del nuovo Vicenza? Le due intense settimane di ritiro chiuse appunto sabato mattina con l’ultimo allenamento sull’Altopiano si sono fatte sentire sulle gambe, come certifica anche il nutrito gruppo di giocatori indisponibili per il test del Memorial Santagiuliana: Diaw, Crecco, Meggiorini, Zonta, Dalmonte, Mancini, Cester. L’allenatore, entrando nel dettaglio sulla tipologia dei vari acciacchi, ha rassicurato che non c’è nulla di preoccupante. Certo è che il tempo degli esami veri si avvicina: tra due settimane sarà già Coppa Italia, tra 20 giorni sarà già campionato. Ultima amichevole disponibile sabato alle 18 a Sassuolo. E allora è lecito auspicare che nei prossimi giorni, con una preparazione atletica che andrà ad alleggerire i carichi e a valorizzare la brillantezza, i muscoli dei calciatori potranno beneficiarne, aumentando rapidità e lucidità nelle giocate.

 

LA CONDIZIONE. Come sempre accade in questo periodo, c’è già qualche giocatore che dà già segnali di un condizione migliore, mentre altri sono fisiologicamente più indietro. Tra i più pimpanti figura Giacomelli, come del resto accade quasi ogni anno alla vigilia del campionato, anche grazie al suo fisico leggero. Peraltro ora il fantasista umbro parte col vantaggio psicologico di non sentirsi più in discussione nel ruolo di trequartista, dopo le valide prestazioni espresse nella scorsa stagione, quindi potrà essere uno degli elementi trascinanti in questo avvio di stagione. Buone indicazioni in avanti sono giunte anche da Lanzafame. A centrocampo si è fatto già molto apprezzare Proia, che dà l’impressione di essere un “tuttocampista” potenzialmente efficace in tutte le posizioni del rombo, mentre non stupisce che giocatori più strutturati come Pontisso e Rigoni siano un po’ più indietro di condizione rispetto a compagni meno muscolari come Zarpellon. In difesa i più pronti sono sembrati Bruscagin e Ierardi: nessun problema alla schiena, aumentano le possibilità che il jolly ex Südtirol possa restare nella rosa a disposizione di Di Carlo.

 

MERCATO IN CORSO. La prima metà di questa settimana dovrebbe essere decisiva per capire se potranno concretizzarsi o meno un ingresso e un’uscita a centrocampo: il Vicenza spera di riavere dall’Atalanta Jacopo Da Riva, che però piace parecchio al tecnico Gasperini, ancora non del tutto convinto di lasciarlo partire in prestito; nel frattempo Antonio Cinelli dovrà decidere se accettare la proposta biennale del Catanzaro o attendere altre offerte.

Suggerimenti