L.R. Vicenza

Gioco e grinta da trovare. Adesso nel mirino c’è tutta la squadra

I giocatori a fine partita con il Frosinone delusi per la prestazione che non c’è stata
I giocatori a fine partita con il Frosinone delusi per la prestazione che non c’è stata
I giocatori a fine partita con il Frosinone delusi per la prestazione che non c’è stata
I giocatori a fine partita con il Frosinone delusi per la prestazione che non c’è stata

Due sono stati gli aspetti che più sono mancati nella gara contro il Frosinone. Mancanza di gioco e scarso spirito di squadra, che vuol dire battaglia da condividere insieme. E certamente non sono passati inosservati alla proprietà seduta in tribuna ad assistere ad una sconfitta meritata. 
Così ieri tutto il quartier generale del Vicenza si è confrontato per capire essenzialmente una cosa: come ne usciamo da questa mini crisi? Stefano e Renzo Rosso ieri per tutta la giornata hanno discusso con il mister, il diesse, il direttore generale e anche il caposcouting Francesco Vallone.

Di Carlo non è in discussione, semmai vanno trovate soluzioni concrete per trovare risposte dal campo a partire dalla gara con il Cosenza, approfittando delle due settimane di stop del campionato per gli impegni della Nazionale. Piuttosto nel mirino è finita la squadra che anche ieri soprattutto nel secondo tempo non ha mostrato cattiveria agonistica. Anche perchè prima ancora del modulo, (il 4-3-1-2 è davvero il meccanismo giusto?), si dovrà lavorare sull’atteggiamento in campo. Due sconfitte, zero reti fatte, una poco chiara organizzazione di gioco e una mentalità che sembra non essere ancora trasmessa, sono i temi su cui tutta la dirigenza ha discusso. Tanto più che la gestione Rosso ha deciso di investire alzando la famosa asticella con gli ingressi di Proia e Diaw, due punte di diamante della campagna acquisti finora non pervenute. 

Tutti sull’attenti dunque, perchè servirà un atteggiamento diverso, una mentalità diversa da costruire allenamento dopo allenamento. 

 

Il tecnico Di Carlo dovrà sistemare molte cose in vista di Cosenza
Il tecnico Di Carlo dovrà sistemare molte cose in vista di Cosenza

 

IL TECNICO - Il tecnico nel post partita aveva dichiarato che «gli allenatori sono abituati ad essere messi in discussione», a oggi sembra esserlo più dai tifosi che dalla proprietà che è compatta nel sostenere l’uomo che ha portato il Lane in B. Nonostante le suggestioni delle ultime ore indicassero Roberto Venturato, ex allenatore del Cittadella, come l’uomo da contattare. Rumors inevitabili quando una squadra perde e non convince.

 

MERCATO - Padella resta a Vicenza, l’Entella ha frenato le avances al giocatore e la società non vuole privarsi di un leader, oltre che di un alfiere della difesa. Ranocchia ha firmato e arriverà in prestito, ma essendo stato convocato nella Nazionale under 21, si dovrà aspettare ancora. L’arrivo di Taugourdeau si complica, il giocatore non sta trovando l’accordo con il Venezia sulla buona uscita e in ogni caso ha un ingaggio alto da neopromosso in serie A. Il piano B del Vicenza si chiama Samuele Damiani, 23enne dell’Empoli. Sul fronte dell’attacco Bianchi del Genoa non è l’unica opzione del Vicenza e non è detto che l’arrivo di un nuovo giovane attaccante precluda la permanenza di Longo.

Eugenio Marzotto

Suggerimenti