Tokyo2020

Tiro a volo: storica medaglia olimpica per San Marino, Perilli bronzo nel trap

La gioia di Alessandra Perilli (Foto Ansa/Ciro Fusco)
La gioia di Alessandra Perilli (Foto Ansa/Ciro Fusco)
La gioia di Alessandra Perilli (Foto Ansa/Ciro Fusco)
La gioia di Alessandra Perilli (Foto Ansa/Ciro Fusco)

Per San Marino arriva la prima storica medaglia alle Olimpiadi. L’ha conquistata, di bronzo, la 32enne Alessandra Perilli nella fossa olimpica donne. L’oro è andato alla slovacca Zuzana Rehak Stefecekova, l’argento all’americana Kayle Browning.

 

«È un’emozione immensa, vado finalmente sul podio dopo nove anni di sacrifici e dopo Londra, dove fui quarta e ci rimasi male. Non so se ce l’avrei fatta ad aspettare altri tre anni. Sono felicissima, ma ho un pizzico di rammarico perchè questa finale avrebbe anche potuto andare meglio. Però va bene, è la prima medaglia di San Marino, e ora lì non so cosa succederà. Sono un’eroina? Non esageriamo». Così, all’Ansa, Alessandra Perilli, 32enne di Rimini, ex azzurra nelle giovanili che nel 2009 scelse San Marino «perché mia mamma è di lì» e ha fatto la storia della Repubblica del Titano vincendo un bronzo olimpico nel tiro a volo.

 

«Gioia immensa. Merito e complimenti ad Alessandra che da 12-13 anni sta lavorando duramente per raggiungere questo obiettivo. Era sfuggito a Londra, ma qui l’ha meritato dopo una serie di esperienze positive. Questo è un risultato storico, rimarrà nella storia del movimento sportivo sammarinese». Lo ha dichiarato il presidente del Comitato olimpico sammarinese Gian Primo Giardi commentando il bronzo di Alessandra Perilli nel tiro a volo alle Olimpiadi di Tokyo. «Ci abbiamo creduto perché il talento c’era avendo raggiunto risultati importanti già in precedenza, era stata anche prima nel ranking mondiale» ha detto Giardi, che si proietta al futuro augurandosi che questo exploit possa far aumentare i tesserati sportivi: al momento sono circa 10.000 su una popolazione di circa 30.000 abitanti. «Speriamo di avere ulteriore credito e di coinvolgere il maggior numero di persone possibile e avviare tanti giovani alla pratica sportiva e ottenere questi risultati nel prossimo futuro con le nuove generazioni».

Suggerimenti