Calcio

Sottosegretario alla salute
«Protocolli chiari, campionato
serie A va sospeso»

.
Covid, posti contingentati e distanziamento negli stadi
Covid, posti contingentati e distanziamento negli stadi

«I protocolli che abbiamo sottoscritto parlano chiaro, il campionato di Serie A deve essere sospeso». Così il sottosegretario alla Salute, Sandra Zampa a Radio Capital parlando dei 14 positivi del Genoa. «Quando c'è un numero di positivi così alto, non si può che fermare il campionato. I positivi non sono in grado di giocare, e possono contagiare altre persone. Il protocollo è stato sottoscritto anche dalla Federazione calcio. E nessuno al momento sta facendo pressioni su di noi».

«Il comitato tecnico scientifico è radicalmente contrario alla presenza dei tifosi sugli spalti. Su questo si è già espresso» continua Zampa.

 

Ma dopo poche ore è arrivato il dietrofront: «Decidano Federazione e squadre». La sottosegretario: «Nel corso della mia intervista a Radio Capital ho detto che, in base al protocollo sottoscritto dalla Federazione Italiana Gioco Calcio, i giocatori positivi al Covid-19 non possono giocare fino a quando non risulteranno negativi al tampone - si legge in una nota -. Questo non significa che la Serie A vada sospesa. Saranno poi la Figc e le Società calcistiche a decidere sui destini del massimo campionato: se facendo recuperare partite alle squadre che non potranno giocare o mettendo in campo eventuali riserve».

Suggerimenti