<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">
Serie C

Tifosi, gruppo e attaccanti. «Questo Lane può farcela»

di Marta Benedetti
I pareri di Maran, Schwoch, Margiotta, Gasparin e Lelj. E oggi il sorteggio dell’avversaria

Il debutto del Vicenza ai playoff è dietro l’angolo. Oggi i biancorossi di Thomassen conosceranno l’avversaria nel primo turno nazionale e se in campo Pasini e compagni hanno corso e sudato in queste tre settimane di sosta forzata, fuori dal campo è tutto un uno sperare e sognare.

Maran: «Il VIcenza può vincere i playoff»

«Perché il Vicenza – ha detto Rolando Maran, presente assieme a tanti ex biancorossi alla presentazione del libro di Enrico Zanotto, al Golden Padel Center – può giocarsela fino in fondo». Chi l’ha detto che è solo una questione di testa. Secondo l’ex tecnico del Lane, «il Vicenza ha tutte le carte per andare in serie B vincendo questi playoff, poter entrare al primo turno nazionale rappresenta un vantaggio, ora conta chi sta meglio. Se i biancorossi si presentano uniti, compatti, fisicamente pronti, possono pensare in grande; il gruppo conta più del singolo in questi spareggi». 

Schwoch: «Non ci sono solo Pescara e Crotone candidate»

Una lotteria Gonfiare tante volte la rete potrebbe non essere sufficiente, «perché i playoff sono una sorta di lotteria – ha spiegato Stefan Schwoch -, il Vicenza non ha giocato partite ufficiali in questa sosta e la tensione quando ricominci a fare sul serio è diversa. Pescara e Crotone sono solo due delle formazioni che daranno filo da torcere, i playoff sono una vera e propria maratona, si gioca in continuazione. Sarà difficile vincere per il Vicenza, ma ha giocatori molto importanti e l’obiettivo è alla portata. Un altro anno di C – ha concluso l’ex cannoniere e capitano del Lane – sarebbe pesante da digerire per la piazza». 
Fattore Menti La testa, le gambe dei giocatori, certo. Ma i playoff si vincono anche grazie ad altri fattori.

Gasparin: «Ierardi può essere l'uomo in più»

Il Menti può essere di grande aiuto come ha sostenuto l’ex direttore generale del Vicenza dei miracoli Sergio Gasparin. «Se il pubblico “gioca” con la squadra, allora il Vicenza ha un grandissimo vantaggio. Il Menti è speciale. Credo molto nel recupero di un giocatore come Ierardi, che durante la stagione ha dimostrato di essere fondamentale. Se nel mercato invernale fosse stata messa mano al reparto difensivo, il Vicenza avrebbe vinto il suo girone».

Margiotta: «Il fattore Menti va sfruttato in queste gare»

E i senti…Menti, quando si parla di Lane, affiorano anche nella mente e nel cuore di Massimo Margiotta, che tante battaglie ha fatto con l’appoggio dei tifosi biancorossi. «Sarà un altro campionato per il Vicenza – ha detto l’attuale responsabile del vivaio dell’Hellas Verona -, difficile dire quale sia la squadra favorita. Di sicuro la squadra di Thomassen ha delle chance e se sta bene potrà sognare la serie B. Il Menti è sempre stato un fattore positivo, quindi va sfruttato». Servirebbe una Roccia d’Abruzzo per fermare gli attaccanti avversari in questi playoff. Beppe Lelj mischia i colori e fa il tifo per il Lane. «Lo scorso anno i playoff si sono colorati di rosanero: il Palermo, che proprio non era favorito, li ha vinti. E allora speriamo sia così anche per il Vicenza. Thomassen ha recuperato i giocatori più importanti».

Savino: «Confido nella forza dei biancorossi»

Cose a posto «Confido nella forza del Vicenza – ha detto Lele Savino -, ci sarà una concorrenza spietata ma il Lane dev’essere consapevole delle sue possibilità. Ferrari? Nella stagione regolare ha fatto quel che doveva, è stato un autentico trascinatore; l’aspettiamo anche ai playoff».

Anche Antonio Santagiuliana, figlio del grande Alfonso, aspetta questi spareggi promozione come una possibile liberazione. «Ora la società c’è, ha messo le cose a posto. Se la squadra ha la testa attaccata al collo, possiamo sognare la serie B, abbiamo un’ottima squadra ed un allenatore capace».