Serie C

Baldini: «Il Novara è una squadra forte, ma anche loro ci temono»

Cappelletti ancora out per una fascite plantare. Ronaldo sarà titolare. Grandi non sarà convocato per problemi di liste
La conferenza stampa di Mister Baldini

La conferenza stampa pre partita del tecnico Baldini alla vigilia della trasferta a Novara

La diretta

«Ho visto dal vivo il Novara, ho visto una squadra ben allenata, il loro allenatore lo conosco e si merita di allenare una squadra forte. Anche loro penso comunque che non siano tranquilli al pensiero di dover affrontare noi. In questi giorni ci siamo concentrati sui contropiede che abbiamo preso, ne prendiamo tanti ma in pochi secondi rientriamo in sei o sette dietro la palla. Questo è sintomo di umiltà e spirito di sacrificio. Ho messo in un video almeno una ventina di questi episodi, vuol dire che è nelle corde della squadra. Ci sono tante cose che mi fanno pensare che la squadra parta da un'ottima base».

«Dobbiamo approcciare diversamente la partita, perché fino ad adesso nelle gare fuori casa non abbiamo acceso subito la spina. È facile caricarsi quando si è in casa, di fronte ad un pubblico come il nostro, ma bisogna farlo anche lontano dal Menti. Col Padova la prestazione mi sta sul gozzo perché avevamo le possibilità di metterli in difficoltà. Dovremo avere il coraggio di pressare l'avversario, di lavorare in un certo modo in fase di non possesso palla. I problemi che abbiamo avuto in queste prime uscite sono dovute a meccanismi non ancora oliati».

«Noi abbiamo anche la possibilità di giocare con due mediani all'occorrenza. Mi piace che i giocatori si interscambino nei ruoli».

«Ronaldo domani sarà titolare, sono molto contento, ma da solo non può cambiare le carte in tavola, il suo inserimento è fondamentale»

«Abbiamo riperso Cappelletti, non sarà convocato, si è fatto male due giorni fa: è la solita fascite plantare. Grandi non c'è perché non posso convocare tutti e tre insieme i portieri per problemi di liste. Desplanches è alla prima convocazione. Ho grande rispetto di Matteo Grandi, ci serve ed è un gran professionista. Purtroppo è un problema di regolamento. Farò delle scelte definitive, la scelta è stata fatta a inizio anno, abbiamo puntato su un portiere del 2003 molto forte. Ma nel calcio le dinamiche però possono cambiare spesso quindi ho detto a Matteo di non mollare».

«Questi 15 giorni ci sono serviti per lavorare su tante cose, lavoro su tutti i fronti. Fisico, tattico, tecnico e mentale e per lavorare anche sull'avere più coraggio. Più tempo passa più la squadra si cementa».

Il tecnico del Vicenza Baldini sta per cominciare la consueta conferenza stampa prima di Novara-Vicenza.

Federico Ballardin