Club biancorosso Forza Lane 1902

Club biancorosso Forza Lane 1902
Club biancorosso Forza Lane 1902
Club biancorosso Forza Lane 1902
Club biancorosso Forza Lane 1902

Il Club Forza Lane 1902 nasce nel luglio 2020 nel segno del tifo, dell’aggregazione e della passione per la maglia della propria città da tramandare di generazione in generazione. Un’eredità trasmessa dallo stesso presidente Emanuele Arena dal padre, l’indimenticato presidente del Centro coordinamento Gigi Arena. Il direttivo è formato dallo stesso Arena, dal vice-Stefano Bertuzzo, dal segretario Ivano De Boni, dal tesoriere Mauro Milanesio e dai consiglieri Massimiliano Lamola, Elena Pinton ed Elena Gagliardi. Sono 150 gli iscritti, tutti associati al Centro di coordinamento (Arena fa parte del direttivo), di cui 80 abbonati.

«Abbiamo circa 30 posti nel settore distinti lato curva sud, tutti vicini, coperti per la metà da under14 – sottolinea Arena -. Questo per noi è lo spirito più importante da diffondere come club. ‘Generazione Lane’: ne abbiamo fatto un concetto fondamentale oltre che una bandiera che portiamo anche in trasferta». La sede è al Linea4 di viale sant’Agostino, luogo di ritrovo anche per assistere alle partite in trasferta o in casa per chi è impossibilitato ad essere presente allo stadio. E dove si organizzano momenti di ritrovo per tutti gli associati e i simpatizzanti.

Il Forza Lane 1902 è attivo anche nella beneficenza: ogni anno è stata organizzata un’iniziativa benefica (una lotteria di natale) a favore dei bambini bisognosi di Asuncion in Paraguay grazie a Julio Gonzalez. «Abbiamo contribuito all’acquisto di kit alimentari e di palloni da calcio per circa 300 bambini. Ringrazio Julio per aver creato un rapporto di aiuto continuo e collaborativo. Il nostro sogno sarebbe regalare a tutti questi bambini una maglia biancorossa! Inoltre crediamo molto nella riconoscenza, per cui in occasione della trasferta di Cosenza abbiamo proposto ai nostri 6 soci di avere il rimborso del biglietto. Recentemente, in occasione di un torneo giovanile a Bucine (Arezzo), abbiamo regalato il nostro striscione RossiGol che, su richiesta di Federica Cappelletti, rimarrà esposto al campo sportivo intitolato a Paolo Rossi».

Andrea Lazzari