GdV Live studio

"È solo calcio": l’approfondimento sulla serie C con Luca Ancetti. Rivedi la prima puntata

Ospiti Sergio Gasparin, Loris Zonta, Manuel Antoniazzi e Aladino Valoti
"È solo calcio", l'approfondimento (puntata del 19/09/2022)

È stata una grande squadra tutta vicentina ieri sera la protagonista del primo video-approfondimento di «È solo calcio»: l'appuntamento che ogni lunedì alle 18, con una diretta di un'ora circa, terrà compagnia ai tifosi e agli appassionati di pallone sul sito e sulla pagina Facebook del Giornale di Vicenza, con possibilità successiva di fruizione anche on-demand dalla sezione «È solo calcio» all'interno del sito del giornale. Assieme al condirettore del GdV Luca Ancetti e al caposervizio dello Sport Eugenio Marzotto sono intervenuti l'ex dg biancorosso Sergio Gasparin e due giocatori vicentini "doc": il centrocampista del Lane Loris Zonta e il mediano dell'Arzignano Manuel Antoniazzi. C'è stato anche spazio per un collegamento con il dg dell'AlbinoLeffe ed ex biancorosso Aladino Valoti, e per l'analisi tattica di Linea Lane.

Il tema centrale è stata l'analisi di questo avvio di campionato delle due squadre beriche di serie C, a partire dal Vicenza che ha un potenziale da vertice ma sta vivendo ancora una fase di rodaggio, in particolare per quanto riguarda la ricerca degli equilibri. «Siamo un'ottima squadra, ma siamo anche giovani e dobbiamo poter crescere anche attraverso qualche pareggio o sconfitta - ha detto Zonta -. Crediamo molto nell'idea di calcio offensivo e aggressivo di Baldini, sapendo che ci possiamo esporre a qualche ripartenza, ma convinti di poter esprimere un gioco spettacolare e alla lunga anche redditizio. Restiamo molto fiduciosi e non è certo qualche risultato meno soddisfacente a farci cambiare atteggiamento». Anche Gasparin è ottimista: «Il Vicenza è senz'altro la formazione più attrezzata del girone per qualità e forza d'urto da metà campo in su, e manca ancora Ronaldo che è un altro giocatore di grandissime qualità tecniche e balistiche - ha ricordato -. Il Padova e l'AlbinoLeffe hanno messo in difficoltà i biancorossi chiudendo gli spazi e ripartendo: questo ha evidenziato come vada ancora messa a punto l'organizzazione difensiva, ma in panchina c'è un allenatore intelligente e saprà farlo».

Plausi unanimi, intanto, sono giunti all'Arzignano, rivelazione di questo primo scorcio di stagione, anche grazie alla lezione appresa dalle difficoltà incontrate nella precedente esperienza in C: «Abbiamo grande entusiasmo, stiamo correndo tanto, c'è un gruppo molto coeso e i risultati ci stanno premiando, ma avremo l'intelligenza di non montarci la testa - ha assicurato Antoniazzi -. Sappiamo che la salvezza non sarà semplice, ma siamo convinti di avere tutto per potercela giocare». Zonta ha sottolineato come il percorso del Vicenza vada inquadrato nell'arco di una lunga stagione: «Credo che ci vorrà ancora qualche partita per poter assimilare in particolare i movimenti nelle marcature preventive che ci consentiranno di essere offensivi limitando anche le ripartenze degli avversari. Accettiamo le critiche ma restiamo convinti e fiduciosi nei nostri mezzi, sapendo che in più avremo il vantaggio di giocare praticamente sempre in casa».

E un lungo percorso sarà anche quello che condivideranno i lettori e la redazione sportiva del GdV attraverso «È solo calcio», come ha ricordato Marzotto: «Oltre alla diretta del lunedì c'è la possibilità di votare il miglior giocatore di ogni partita, ascoltare e scaricare lo scanzonato podcast in uscita ogni giovedì «La Gazzarra dello Sport», ricevere la newsletter gratuita ogni venerdì, rivedere le pillole tattiche di Linea Lane e molto altro.

Ogni contributo e commento è più che gradito: WhatsApp 3356605272 - mail esolocalcio@ilgiornaledivicenza.it