Rigon domina l’asfalto Ma la penalità al team “ruba” il primo posto

Il pilota vicentino Davide Rigon
Il pilota vicentino Davide Rigon

Si chiude col secondo posto e molte recriminazione la 4 Ore di Sepang, penultimo appuntamento delle Asian Le mans Series. La gara, partita con un’ora e trenta di ritardo a causa di un violentissimo temporale che si è abbattuto sul tracciato malese, ha avuto non pochi colpi di scena, incluso quello che nel finale ha privato la 488 GT3 Evo 2020 di Davide Rigon e del team HubAuto Corse di un meritato successo. Scattato dalla terza posizione l’equipaggio Ferrari numero 72 si rende protagonista di una gara perfetta, arrivando a guadagnare oltre un minuto e quarantacinque di vantaggio sui diretti avversari con Rigon. Quando la vittoria sembrava oramai acquisita per la 488 GT3 Evo 2020 di HubAuto Corsa, a meno di tre minuti dalla bandiera a scacchi gli ingegneri informano via radio Rigon che i commissari avevano comminato uno stop&go di 60 secondi poiché in precedenza Gomes aveva superato la velocità massima consentita. Rigon, che in precedenza aveva gestito il ritmo di gara, chiudeva la 4 Ore a 14 secondi dalla Lamborghini di JLOC che si aggiudicava il successo. • © RIPRODUZIONE RISERVATA