Basket donne

Un Famila da urlo batte Venezia e conquista la Supercoppa

Dodicesima Supercoppa per il Famila Schio e primo trofeo italiano per il nuovo tecnico George Dikeoulakos (FOTO DONOVAN CISCATO)
Dodicesima Supercoppa per il Famila Schio e primo trofeo italiano per il nuovo tecnico George Dikeoulakos (FOTO DONOVAN CISCATO)
Dodicesima Supercoppa per il Famila Schio e primo trofeo italiano per il nuovo tecnico George Dikeoulakos (FOTO DONOVAN CISCATO)
Dodicesima Supercoppa per il Famila Schio e primo trofeo italiano per il nuovo tecnico George Dikeoulakos (FOTO DONOVAN CISCATO)

"La gente come noi non molla mai" intonano i tifosi e le giocatrici del Famila, che ieri sera hanno conquistato in casa la dodicesima Supercoppa della propria storia vincendo in rimonta 67-64 su Venezia. È stato un match mozzafiato, pieno di capovolgimenti con un finale in crescendo le orange hanno portato a casa una vittoria che sembrava ormai impossibile. «L'abbiamo vinta con la difesa» ha dichiarato nel post gara George Dikeoulakos, che sottolinea il dato statistico: 47 i punti realizzati dalla Reyer nel primo tempo, appena 17 nella ripresa.

 

La cronaca. Dopo un avvio convincente (21-19 a fine primo quarto), nel quale anche Gruda va a segno nonostante i dolori rimediati l'altro ieri contro Ragusa, il Famila comincia a vacillare e la Reyer prende in mano le operazioni. Nel secondo parziale (15-28) un passaggio a vuoto delle padrone di casa permette all'Umana di imporre il proprio gioco e di portarsi fino al +17 grazie alla bassanese Pan e a Petronyte. Schio, in difficoltà sia a rimbalzo che in attacco, prova a ricomporsi e accorcia sul -9 prima della pausa (36-47). Per la prima metà del terzo periodo le scledensi non riescono a segnare, poi qualcosa si muove con una tripla da ferma di Laksa: Schio aumenta l'intensità e in difesa e, sulla sirena di fine quarto, Crippa trova i suoi primi tre punti, portando le sue sul -6. Negli ultimi 10' l'equilibrio si sposta dalla parte del Famila: Sottana accorcia ancora e dopo di lei Keys appoggia per il sorpasso, 58-57. Una scatenata Anderson riporta l'Umana avanti ma Dotto ha altri piani e a 40 secondi dalla fine segna da tre per il 64-64. Schio ormai rivitalizzata trova la forza per difendersi e ripartire in contropiede, con il decisivo gioco da tre di Laksa a 10" dalla fine. Sulla rimessa Keys strappa il pallone dalle mani di Penna. «L'ultimo tiro? Puro istinto - dice Laksa, mvp della Famila Cup -. Siamo molto felici per la vittoria, ma è solo l'inizio». Per Schio è il momento di festeggiare il primo titolo stagionale e di preparare l'Opening Day prima dell'impegno in Eurolega , il 7 ottobre in casa contro il Landes.

Edoardo Mario Francese

Suggerimenti