EUROLEGA

La fatal Girona si ripete Primo stop per il Beretta

Frenata  Schio Jasmine Keys stoppata sotto canestro da Lopez Tobi FOTO  DONOVAN  CISCATO
Frenata Schio Jasmine Keys stoppata sotto canestro da Lopez Tobi FOTO DONOVAN CISCATO
Frenata  Schio Jasmine Keys stoppata sotto canestro da Lopez Tobi FOTO  DONOVAN  CISCATO
Frenata Schio Jasmine Keys stoppata sotto canestro da Lopez Tobi FOTO DONOVAN CISCATO

Girona non perdona. Dopo le delusioni fatte patire a Schio nella passata Eurolega, le catalane dell’Uni Spar infliggono al Beretta Famila la prima sconfitta stagionale. La striscia positiva delle orange si ferma di fronte allo strapotere delle spagnole di Julbe. Ora serve resettare e ripartire. La cronaca. Schio entra in campo motivata e con voglia di riscattare la beffa subita lo scorso anno al palaRomare, che comportò l'eliminazione dall'Eurolega sullo scadere, a favore proprio di Girona. Le spagnole però hanno piani diversi e impongono la linea già dall’inizio: 2-9. Entrambe le squadre difendono bene e tengono alto il ritmo, per Schio segna solo Laksa (suoi i primi 7 punti). Il Beretta si scuote dopo un antisportivo fischiato alla veterana Palau e comincia la rimonta. Girona però è più forte da sotto e, dopo una difficile tripla di Mestdagh, chiude con Gardner per il 20-24. Nel secondo periodo si accende il duello tra Verona e Palau (22 anni contro 42). Ospiti e padrone di casa sbagliano tanto al tiro e dopo un timeout di Dikeoulakos sul 24-28 (4-4 a metà quarto) si accende Laia Flores Costa. La spagnola ex Palermo segna in seguito: una tripla di tabella sulla sirena, un terzo tempo e un’altra penetrazione. Laksa, Collier e Mestdagh tentano di alleggerire il passivo ma a metà gara il risultato è 32-41. All’intervallo il PalaRomare si tinge di rosa: la vicesindaco di Schio Cristina Marigo e la testimonial della Lilt Loretta Pavan presentano al pubblico la delicata questione della prevenzione del tumore al seno. Al rientro dagli spogliatoi Laksa riprende da dove aveva lasciato e i tifosi scledensi cominciano a farsi sentire. Dopo un avvio convincente, però, Schio trova qualche difficoltà: a Girona entra tutto, Drammeh realizza una tripla da ferma e la fisicità delle catalane è devastante. Gruda comincia a ingranare e trova buone soluzioni sotto canestro ma è quasi isolata: Sottana, spesso molto presente e costante, realizza i suoi primi 2 punti su tiro libero a sette secondi dal termine. Sul 46-60 di fine quarto, la partita sembra ormai finita. Negli ultimi 10’, dopo un primo tentativo di rimonta da parte delle orange, la formazione ospite torna a farsi sentire e toglie le speranze rimaste al Famila. La terna arbitrale sbaglia qualche fischio: viene sanzionata una stoppata di Dotto, la quale reagisce con un 2+1. Dopo di lei Collier accorcia ancora ma Gardner e Burke, le migliori di Girona, scacciano via gli ultimi fantasmi. In questa débacle interna, il lato positivo è la prestazione di Laksa, che mette a segno 19 punti e, con le due triple finali, riporta lo svantaggio ad una sola cifra. Prossimo appuntamento il match di campionato domenica sera contro il GEAS San Giovanni.

Le altre partite di Eurolega Kursk - Galatasaray 78-76; Gdynia-Sopron 71-86; Fenerbahce-Landes 65-70

La classifica Sopron, Kursk 4; Schio, Landes, Girona, Fenerbahce 3; Galatasaray, Gdynia 2. •.

Suggerimenti