Basket A1 donne

Il Famila alla bolognese non perde il gusto

Giorgia Sottana in palleggio nella vittoria del Famila a Bologna. FOTO MARCO BRIOSCHI/LEGA BASKET FEMMINILE
Giorgia Sottana in palleggio nella vittoria del Famila a Bologna. FOTO MARCO BRIOSCHI/LEGA BASKET FEMMINILE

Il Famila bissa il successo dell'andata sulla Virtus Bologna e mette ora quattro punti di distanza in classifica sulle bolognesi. Alla Segafredo Arena Schio si impone per 54-73 al termine di una gara molto diversa dallo spettacolo offerto a novembre al PalaRomare e contraddistinta da ritmi bassi e tanta imprecisione. Le orange conducono il match sin dalla palla a due e, trascinate soprattutto da Sottana e Gruda, si sbarazzano senza troppe difficoltà della terza forza del campionato in attesa di ospitare domenica la capolista Reyer Venezia.

Inizio di gara a dir poco contratto con una lunga serie di errori da entrambi i lati ma con Sottana e Gruda che propiziano lo 0-8 che al 3' costringe Serventi al timeout. Con Bishop estranea alla partita, Bologna trova i primi punti con gli attacchi al ferro di Battisodo e Williams ma un parziale di 6-0 firmato dal terzetto straniero orange garantisce al Famila il primo vantaggio in doppia cifra: 4-14. Nella girandola di cambi attuata dagli allenatori De Pretto pesca bene Keys per il +12 mentre Dotto infila sulla sirena di fine quarto una mirabolante tripla da metà campo: 9-21.Rientro sul parquet ancora al piccolo trotto per le due formazioni con la Virtus un pochino più concreta: Begic e Tassinari al 14' riportano le V nere sotto la doppia cifra di svantaggio e inducono il timeout di Vincent. Schio risponde alle indicazioni dell'allenatore francese con i canestri di Harmon, Gruda e la seconda tripla di Sottana: 17-30. Una Dotto un po' nervosa, però, favorisce un minibreak bolognese di 7-0 che riporta un po' a sorpresa a contatto la Segafredo. Il finale di tempo, però, è una sinfonia scledense con le triple di Cinili e di Sottana, ancora in corsa sulla sirena, che mandano tutti negli spogliatoi sul 24-36.Nel terzo quarto arriva il cambio di marcia del Famila mette alle strette una Bologna ancora sonnolenta. Achonwa e Harmon finalizzano gli inviti delle compagne, ma la vera protagonista è Sottana con una tripla fondamentale sul tentativo di rientro bolognese: 28-42 al 23'. Scorre fiducia nelle vene delle giocatrici scledense che ora capitalizzano ogni possesso e costruiscono un vero muro in difesa: Cinili timbra il nuovo massimo vantaggio con la seconda tripla di serata, ritoccato da Dotto ai liberi per il 37-61 del 30'.Nell'ultima frazione a Schio non resta che amministrare con maestria quanto di buono costruito fin qui. La Virtus riesce a rosicchiare qualche punto ma non riesce a cambiare volto alla sua partita nemmeno negli ultimi dieci minuti. Il Famila non spinge particolarmente e si accontenta di mantenere senza patemi il vantaggio di 20 punti che, sul tabellone della Virtus Arena, sancisce la vittoria finale per 54-73.

Nicolò Dalle Molle