Qualificazioni Eurolega

Beretta, buona la prima. La difesa spegne il Valencia

L'esultanza delle giocatrici del Beretta Famila Schio
L'esultanza delle giocatrici del Beretta Famila Schio
L'esultanza delle giocatrici del Beretta Famila Schio
L'esultanza delle giocatrici del Beretta Famila Schio

 Vince e convince il Beretta Famila Schio nella prima uscita ufficiale della stagione. Ieri sera, nel primo match delle qualificazioni di Eurolega, le orange scledensi hanno trionfato su quelle di Valencia per 56-48. Coach Dikeoulakos può festeggiare la prima vittoria stagionale e dirsi soddisfatto per l’aggressività mostrata in difesa: tenere sotto i 50 punti una squadra forte come Valencia è un ottimo risultato. Per Schio assenti De Pretto, alle prese con un lungo infortunio, e Mestdagh, che ha subito uno stiramento muscolare alla gamba sabato scorso e resterà fuori qualche giorno in via precauzionale. Oggi alle 19.30 le scledensi tenteranno di completare l’opera e raggiungere la qualificazione vincendo contro il Tango Bourges, blasonata formazione francese in cui militano le ex Famila Yacoubou, Godin e Miyem.

La cronaca Schio scende in campo con grande intensità e mette in difficoltà le avversarie già dall’inizio. Il match parte a rilento, con entrambe le squadre che non riescono ad attaccare con efficacia ma difendono bene. Guelich da una parte, Keys e Dotto dall’altra provano a incidere con qualche buona giocata da sotto: a fine primo quarto il risultato è di 11-10. Il secondo periodo si apre con un miniparziale (7-0) in favore del Valencia; Schio non trova la via del canestro e Dikeoulakos è costretto a chiamare timeout. Subito dopo Sottana prende in mano la situazione, segna una tripla dall’angolo e nell’azione successiva realizza in penetrazione per la parità, 16-16. Da lì in poi l’inerzia si sposta dalla parte del Beretta: Sottana prima e Laksa poi portano la squadra sul +8. Il Famila continua a difendere con aggressività, muove il pallone velocemente e trova buone soluzioni da fuori. Sullo scadere Laksa scalda ancora la mano (13 punti su 33 sono suoi) e mette la firma per il 33-22 di metà gara. Al rientro dagli spogliatoi la musica non cambia: Valencia parte bene ma Schio si riprende e il distacco rimane pressoché invariato. L’intensità in difesa continua ad aumentare e le padrone di casa cominciano a rallentare il possesso per far scorrere il cronometro. Muovono bene il pallone, segnano in transizione e grazie a Keys, sempre più efficace da tre, si va sul 46-33 di fine quarto. Gli ultimi dieci minuti si aprono con le spagnole che provano a rifarsi sotto, ma Dotto e compagne rimangono concentrate e non concedono più nulla. Un paio di canestri in contropiede permettono alle orange di arrivare tranquille alla sirena e di portare la testa al prossimo incontro con Bourges. Il match finisce con Yacoubou che saluta i suoi vecchi tifosi e le orange trionfanti sotto la curva, tornata a cantare dopo mesi di assenza. Mvp della serata Kitija Laksa con 19 punti (5/7 da due). Il destino in Europa per questo Famila passerà dal big match contro le francesi. «Loro saranno riposate ed è un piccolo vantaggio - dice Dikeoulakos - ma le squadre forti si vedono nelle difficoltà, non nei momenti facili». 

Edoardo Mario Francese

Suggerimenti