Calcio

Damiano Tommasi
si dimette: non è
più presidente Aic

.
Damiano Tommasi
Damiano Tommasi

Damiano Tommasi si è dimesso dalla carica di presidente dell’Associazione Italiana Calciatori nel corso dell’odierna riunione del Consiglio direttivo. Lo annuncia l’Aic in una nota. Umberto Calcagno, vice presidente vicario, assumerà le funzioni statutarie dell'associazione con sede in contra' delle Grazie, a Vicenza, fino alla data delle prossime elezioni.

«Il Direttivo ha rivolto a Tommasi i più sinceri ringraziamenti per il lavoro svolto in questi anni sottolineando l’impegno, la serietà e la dedizione con i quali ha rappresentato la categoria dei calciatori e delle calciatrici».  

 

«Da calciatore e da sportivo ringrazio Damiano Tommasi per l'impegno e il lavoro di questi venti anni a tutela del calcio e dei suoi interpreti. Da aspirante suo successore, raccolgo con convinzione l'invito all'unità e alla compattezza dell'Assocalciatori». Marco Tardelli, candidato alla presidenza dell'Aic alle prossime elezioni, affida a un tweet i saluti a Tommasi.

 

«Oggi con le dimissioni dalla carica di consigliere e Presidente dell'Aic si chiude per me un percorso iniziato con l'ingresso nel Consiglio Direttivo nel lontano 1999. Non è stato per nulla semplice nel 2011 prendere il testimone da Sergio Campana, dopo 43 anni di storia. I momenti complicati sono stati tanti e ne siamo usciti con l'unione e il gioco di squadra»: così Damiano Tommasi nella nota in cui annuncia le dimissioni dall'Aic. «La nostra Associazione ha bisogno di unione e voce univoca - prosegue - Nell'ultimo periodo non è stato sempre così e per questo è bene che non ci siano divergenze all'interno della cabina di comando in vista dei prossimi appuntamenti».

Suggerimenti