Nuoto

Ceccon: un altro record italiano e un quinto posto nella finale dei 50 farfalla

Un altro record italiano (il terzo in due giorni, stavolta nei 100 dorso) e un quinto posto nella finale dei 50 farfalla: questo il bilancio di Thomas Ceccon nella seconda giornata dei campionati del mondo di nuoto in corso di svolgimento a Budapest.

Dopo la medaglia di bronzo in staffetta e i due primati nazionali nei 50 farfalla di sabato, il poliedrico ventenne di Schio è tornato in acqua domenica mattina nelle batterie dei 100 dorso, superate col nono tempo generale in 53"70. Il capolavoro è arrivato in semifinale nel pomeriggio: secondo posto dietro al greco Christou, ma soprattutto il nuovo record italiano: 52"12, diciotto centesimi in meno del precedente limite che già gli apparteneva e che gli era valso il quarto posto ai Giochi Olimpici di Tokyo nel 2021.

Pochi minuti dopo il campione delle Fiamme Oro e della Leosport Creazzo si è ripresentato ai blocchi di partenza per la finale dei 50 farfalla, che vedeva Dressel e Proud tra i favoriti e Ceccon possibile outsider. Ha vinto il solito statunitense Caeleb Dressel in 22″57, inarrivabile per tutti; argento al brasiliano Santos in 22″78, terzo l'altro americano Michael Andrew che ha rimontato nel finale con 22″79. Thomas lotta con i primi, resta in zona podio fino alla fine e chiude quinto in 22"89. Forse senza la semifinale a ridosso della gara poteva arrivare una medaglia, ma rimane comunque un'altra grande giornata per il fenomeno del nuoto vicentino e nazionale.

Paolo Mutterle