L'annuncio

Calcio, nasce la Superlega: ci sono anche Juve, Inter e Milan. No di Fifa e Uefa

Nasce la Superlega, la nuova competizione europea di calcio

Dodici club europei di calcio hanno annunciato di aver raggiunto un accordo per costituire una nuova competizione calcistica infrasettimanale, la Super League, «governata dai Club Fondatori», e cioè Milan, Arsenal, Atlético de Madrid, Chelsea, Barca, Inter, Juventus, Liverpool, Manchester City, Manchester United, Real Madrid e Tottenham Hotspur. È previsto che altri tre club aderiranno come Club Fondatori prima della stagione inaugurale, che dovrebbe iniziare «non appena possibile».

È previsto che altri top club europei aderiscano al progetto Super League, così da costituire un nucleo di club composto da un numero massimo di 15 membri fondatori permanenti, ai quali, in ciascuna stagione sportiva, si aggiungeranno altri club secondo un processo di ammissione, per un totale di 20 club.

Il progetto vale 3,5 miliardi di euro come gettone d'ingresso complessivo per i 20 team che dovrebbero sfidarsi in 2 gironi. Il fatturato annuo dovrebbe raggiungere i 10 miliardi.

 

Un terremoto, che ha provocato la reazione veemente della Uefa: la Champions League, fiore all'occhiello delle coppe europee, viene svuotata di significato e valore senza i club più blasonati e vincenti. La confederazione continentale minaccia sanzioni durissime e, nel fronte unito con le federazioni nazionali, prospetta l'esclusione dei club secessionisti dai campionati nazionali. Anche la Fifa, il  governo del calcio mondiale, boccia l’idea della Super Lega. «In questo contesto - annuncia in un comunicato - la Fifa non può che esprimere la sua disapprovazione per una "lega separatista europea chiusa2 al di fuori delle strutture calcistiche internazionali e che non rispetti i nostri principi, a favore della solidarietà nel calcio e di un modello di ridistribuzione equa che può aiutare a sviluppare il calcio come sport, in particolare a livello globale». Contrari all'iniziativa anche i principali leader politici, compreso il premier Draghi.

 

Leggi anche
Superlega, Draghi: «Governo con Uefa. Preservare competizioni nazionali». Anche Johnson e Macron contrari

 

La Juventus intanto ha annunciato di essere già uscita dall'Eca, l'Associazione dei club europei, e Andrea Agnelli si è dimesso anche dall'esecutivo della Uefa, precisando tuttavia che «i club fondatori continueranno a partecipare alle rispettive competizioni nazionali e, fino all'avvio effettivo della Super League, alle competizioni europee».

 

La banca americana JPMorgan ha confermato che finanzierà il progetto di Superlega europea del calcio, portato avanti da un gruppo di club tra i più ricchi e che scuote il mondo del calcio. "Posso confermare che stiamo finanziando l'operazione", ha detto un portavoce londinese della banca all'Afp, aggiungendo di non avere ulteriori commenti in questa fase.

Suggerimenti