Eccellenza

Rete a tempo scaduto Montecchio vince sul filo

La gioia dei castellani
La gioia dei castellani
La gioia dei castellani
La gioia dei castellani

•• Boato al Cosaro al minuto 47 della ripresa: il sinistro magico di Matteo Casarotto, su punizione dal limite da lui guadagnata con una fuga verso l’area stoppata da un placcaggio di Campobello che prende il rosso, s’infila alle spalle dell’esperto Maragna e dà il terzo successo di fila ai Coppola-boys e il sesto gol del piccolo Dybala negli ultimi 15 giorni. La matricola Montorio ha fatto un figurone al Cosaro. Niente barricate, gioco aperto e propositivo e buon controllo del centrocampo dove giostrava l’ex serie C Lavagnoli. Il problema è che negli ultimi 16 metri i veronesi si perdono nonostante il gran lavoro di Antolini. Il Montecchio è stato meno brillante in mezzo e in avanti, dove il pur volonteroso Pennacchio ne deve mangiare ancora di pastasciutta per poter sostituire Guccione che tornerà a novembre e l’infortunio di Montagnani dopo 24’ non ci voleva. Il Montecchio comunque parte benino (3’, l’angolo di Dal Dosso taglia tutta l’area piccola senza che nessuno lo tocchi e 6’, ottima sfera in area con Talarico che spreca) ma il Montorio prende presto le misure. Al 14’ Casarotto serve Pennacchio in buona posizione ma la difesa libera, poi gli ospiti pungono con Menini fermato con una manata da Zanella: la seguente punizione di Tanaglia passa a fil di palo (19’). Trivunovic tenta la battuta dai venti metri e la sfera va di poco a lato (34’) poi sul finire l’azione migliore dei castellani nella prima parte: doppio scambio Casarotto-Pennacchio, diagonale del 9 e Maragna respinge con i piedi (46’). La ripresa si apre con Campobello che ferma con le brutte Casarotto e il seguente piazzato di Equizi sfiora il palo (8’), poi bella azione Pennacchio-Trivunovic-Casarotto con sinistro secco del 10 e Maragna che caccia in angolo (22’). Al 31’ Saggioro esce sulla trequarti sinistra per fermare una giocata Lavagnoli-Porcelli, poi Brizzi ci prova dal limite ma è troppo centrale (33’). La gara si trascina sullo 0-0 quando nel recupero un lungo rilancio innesca Casarotto che è abbattuto da Campobello. Come finisce l’abbiamo detto. •. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Suggerimenti