PRIMA CATEGORIA

Il Brendola ha una ripresa da leoni

Il Brendola fa ancora valere la regola interna del tre (punti e gol) mentre il S. Pietro rimane solitario a quota zero ma si rammarica per non aver concretizzato di più in un ottimo primo tempo dove avrebbe potuto costruire le basi per i primi punti del suo campionato. È stato il derby delle molte assenze da entrambe le parti, forse di più in casa locale con addirittura tre sostituzioni per infortunio già nel primo tempo e una difesa da inventare. Dopo un buon inizio neroverde, come si diceva, al 10’ Crivellaro su punizione imbecca Camerra la cui battuta è rintuzzata in angolo da Meggiolaro. Il S. Pietro risponde con un cross di Singh per la zampata in area piccola di Peruffo con Vignaga che salva d’istinto (13’). Al 20’ ancora Peruffo prolunga palla di testa per Nicola Urbani che in spaccata manda a fil di palo. Un minuto dopo però il Brendola rompe gli indugi e passa in vantaggio: calcio piazzato di Crivellaro dalla trequarti sinistra e inzuccata precisa di Ivanovic. Da adesso il primo tempo si tinge di neroverde perché i locali non riescono più ad uscire dal guscio (se non con un contropiede di Pellizzari al 34’ fermato fallosamente da Meggiolaro) e il S. Pietro in avanti costruisce e spreca. Il protagonista delle azioni da gol è soprattutto Nicola Urbani che ci prova di piede (22’ e 30’), di testa (24’e 27’, traversa piena) e poi deve uscire per infortunio. Al 45’ su punizione di Maccà il S. Pietro invoca il rigore per un braccio galeotto, poi il tentativo di Singh è respinto in angolo e sugli sviluppi di questo Maccà gira in mezzo per la stoccata di Peruffo che in area piccola fa pari (49’). Nella ripresa il Brendola riprende coraggio e si fa vedere con le conclusioni di Ivanovic (3’) e Crivellaro (13’) mentre i neroverdi rispondono con l’inzuccata di Polo da corner di poco fuori (14’). Poi sale alla ribalta Miftah che prima con una serpentina in area e seguente diagonale testa i riflessi di Meggiolaro (20’), poi avanza fino al limite per esplodere un destro che finisce dritto nel sette (23’). Il S. Pietro accusa il colpo e non riesce più a replicare mentre i biancoazzurri chiudono i conti da calcio piazzato: angolo, inzuccata di Miftah verso il centro area e girata implacabile di bomber Pavan (35’). •. © RIPRODUZIONE RISERVATA