DILETTANTI

False notizie in chat sulla ripresa dei tornei. Si gioca il 330 gennaio

L’Eccellenza Il campionato di Eccellenza dovrebbe ripartire il 30 gennaio
L’Eccellenza Il campionato di Eccellenza dovrebbe ripartire il 30 gennaio
L’Eccellenza Il campionato di Eccellenza dovrebbe ripartire il 30 gennaio
L’Eccellenza Il campionato di Eccellenza dovrebbe ripartire il 30 gennaio

Nell’era della fake news, anche il Comitato Regionale Veneto finisce vittima di una bufala che per qualche ora ha creato scompiglio e gettato altra confusione su una questione delicata come quella della ripartenza dei campionati. Nelle chat di Whatsapp ha infatti iniziato a circolare un finto comunicato stampa firmato da Giuseppe Ruzza, presidente della Lnd Veneto, nel quale veniva “ufficializzato” lo slittamento del ritorno in campo al 18 febbraio. Apriti cielo: centinaia di commenti nei vari gruppi, polemiche, società che minacciavano di non ripartire e altre che applaudivano la scelta, dirigenti infuriati per la questione rimborsi ai giocatori e chi più ne ha più ne metta. «È stato uno scherzo tutt’altro che divertente – commenta Patrick Pitton, vicepresidente vicario della Lnd Veneto – e nessuno del Comitato intende passarci sopra. In un momento delicato come questo, creare fake news è ancora più grave. Stiamo risalendo all’autore del finto comunicato che dovrà rispondere di questo illecito». Dunque, al momento, resta confermata la data del 30 gennaio per la ripartenza dei campionati dall’Eccellenza in giù anche se non è da escludere che si possa effettivamente prevedere un ulteriore periodo di stop. Niente è stato ancora deciso, ma c’è chi ipotizza un ritorno in campo al 30 gennaio per l’Eccellenza mentre dalla Promozione in giù ci si potrebbe uniformare a quanto stabilito da altri Comitati, prevedendo il fischio di inizio a metà febbraio. «Ad oggi tutto resta confermato – prosegue Pitton – ed è importante ribadire con forza l’assoluta volontà da parte del Comitato Regionale di portare a termine la stagione. I campionati si giocheranno fino alla fine». E proprio riguardo la tanto attesa ripartenza, è proprio Pitton a riassumere le novità più importanti del nuovo protocollo Figc al fine di permettere lo svolgimento dell’attività agonistica. «La pratica di sport di squadra e di contatto, l'accesso agli spogliatoi e alle docce saranno consentiti esclusivamente ai soggetti in possesso della Certificazione Covid Rafforzata (per tutti gli over 12). Non ci saranno differenze fra zona bianca, gialla o arancione: queste regole varranno per tutti fino al 31 marzo». Discorso diverso per allenatori, staff e volontari. «Alle persone che a vario titolo prestano la loro opera all'interno dell'impianto sportivo basterà essere in possesso di Green Pass Base (quindi anche tampone)».•. A.Iu.