LA CAPOLISTA RALLENTA

E alla settima l’Arzignano riposò

Szymond Fyda in azione (Stella-Ciscato)
Szymond Fyda in azione (Stella-Ciscato)
Szymond Fyda in azione (Stella-Ciscato)
Szymond Fyda in azione (Stella-Ciscato)

•• E alla settima giornata l’Arzignano si riposò. Il filotto di vittorie consecutive si ferma a sei, proprio come quello fatto ad inizio campionato. Al minuto 49’ e 20’’ della ripresa a dire la verità il colpo gobbo gialloceleste si stava per materializzare ma il brasiliano Peixoto è stato lesto a chiudere lo specchio della porta a Fyda da zero metri. Davanti all’intero settore giovanile che è sfilato in campo nell’intervallo, l’Arzi dal secondo miglior attacco di tutta la serie D dietro ai toscani del S. Donato Tavarnelle è stato ben imbrigliato dal tecnico ospite Pagan, ex mister dell’Altovicentino, che non ha fatto le barricate al Dal Molin e ha schierato i suoi con un coraggioso 3-4-1-2 che ha permesso alla squadra di stare alta e così spezzare le trame di gioco arzignanesi. La Clodiense vincendo si è fatta sotto a -6 con una gara in meno, in attesa del big match al Dal Molin di gennaio, e ringrazia proprio mister Pagan, chioggiotto doc. La cronaca vede l’Arzi partire in attacco con un tirocross velenoso di Pasqualino che sorvola di poco l’asta (14’) e subito dopo il destro di Moras è fuori misura (15’). Al 21’ una bella azione corale gialloceleste sulla corsia di destra porta Fyda a toccare la palla in area piccola ma la difesa ospite spazza via. Il tempo si chiude con un tentativo di Altuna dal limite che si perde a lato (42’). Nell’intervallo Bianchini scuote i suoi che tornano in campo più determinati. Al 7’ Pasqualino con un lungo traversone in area cerca la testa di Antoniazzi che costringe Peixoto a stornare sopra l’asta. Sugli sviluppi dell’angolo Moras sgancia un destro sul quale è ancora attento Peixoto che smanaccia in corner. Al 10’ Fyda spizza di testa per Gnago che sfugge a Marchiori e centra per la battuta di Moras da centro area che però va a lato. La spinta dei giallocelesti continua al 12’ con l’incornata di Molnar dopo l’ennesimo angolo ma il difensore croato non trova la porta. L’Este prova ad alleggerire la pressione con una punizione bassa dalla trequarti sinistra indirizzata da Zanetti verso Bacchin che allontana (17’), poi dall’altra parte Marchiori perde palla malamente e Fyda s’invola in area dalla sinistra e crossa, con Bordi che spazza sul fondo (24’). L’Arzi a questo punto esaurisce la sua spinta offensiva e l’Este riprende il controllo della gara che stava per sfuggirgli di mano. In pieno recupero i giallocelesti però hanno un colpo di coda con la punizione ben tagliata da Beltrame in area sulla quale nessuno riesce ad intervenire (47’) e poi con la spizzata di testa di Calì rifinita da Beltrame per Fyda che si fa largo in piena area ma Peixoto gli chiude la porta in faccia (50’). •. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Stefano Gobetti