IL BIG MATCH A RISCHIO

Arzignano, sette positivi. Col Chioggia rischio rinvio

Tra Arzignano e Clodiense (probabilmente) potrebbe spuntarla ancora il Covid. Inizialmente la tanto attesa super sfida al vertice tra la compagine di Giuseppe Bianchini e quella di Antonio Andreucci era stata rinviata per casi di positività registrati in casa chioggiotta, successivamente gli organi competenti avevano fissato per domenica 23 la data della contesa. Stando ad alcuni ben informati, però, pare che le possibilità affinchè il faccia a faccia tra la prima e la seconda della classe (divise al momento da quattro punti anche se gli amaranto devono ancora recuperare pure la partita con il Levico) possa regolarmente svolgersi come da nuovo programma siano ridotte davvero al lumicino. Stavolta a finire sotto scacco sarebbe stato il Grifo che ad oggi conta 7 contagiati nel gruppo squadra. Per carità, non è detta l’ultima parola visto che manca quasi una settimana al match che dovrebbe vedere opposte la squadra più vittoriosa e con il maggior numero di gol all’attivo (ossia l’Arzignano che ha inanellato 12 successi grazie anche alla forza di un attacco stratosferico capace di timbrare il cartellino per ben 42 volte) a quella sin qui imbattuta e con il muro difensivo più solido (i veneziani appunti) che ha incassato appena 9 reti ma, al momento, lo scenario è tutt’altro che definito e stabile. Qual è allora l’aria che tira in via dello Sport? Risponde Matteo Togni: «Da uomini di sport come siamo, faremo di tutto per giocare anche se, ovviamente, dovranno esserci tutte le condizioni necessarie per poter onorare al meglio un match così importante. In questo periodo tuttavia gli scenari mutano continuamente e in tempi strettissimi, in settimana faremo il punto della situazione e poi verrà deciso sul da farsi. Per nostra fortuna tutto il gruppo squadra ha già effettuato la terza dose di vaccino, colgo l’occasione per ringraziare pubblicamente l’Ulss 8 in quanto questo è un importantissimo punto di partenza per dare continuità all’attività sportiva da qui in avanti». Parlato ampiamente delle questione sanitario/burocratiche, con il dirigente di origini bergamasche torniamo per un attimo a concentrarci sulla sfida contro la Clodiense. «Sarà un bellissimo momento di sport, si affronteranno infatti due compagini che hanno disputato un girone d’andata importante e che giocano a viso aperto». In attesa di sapere se domenica le due corazzate incroceranno le proprie rotte, i Bianchini’s boys proseguono con il loro lavoro sul campo; pochi infatti i giorni di pausa concessi alla truppa gialloceleste che, del resto, con il proprio condottiero si sta preparando e studiando ogni strategia possibile per continuare a viaggiare sulla cresta dell’onda. «Tutti noi siamo fiduciosi sulle qualità della rosa allestita e sul lavoro svolto da uno staff tecnico di primissimo valore; di questi tempi sarà importantissimo sapere gestire al meglio le mutazioni continue degli scenari cambiando la programmazione degli allenamenti e dei carichi di lavoro al fine di essere sempre pronti ad ogni evenienza. Dovremo essere bravi –prosegue Matteo Togni- a proseguire sulla scia tracciata durante il girone d’andata mantenendo continuità quella continuità di lavoro e di risultati fondamentale per facilitare la partecipazione del territorio. Finora abbiamo lavorato bene sotto tutti i fronti tanto che, nonostante le difficoltà del momento, lunedì (oggi, ndr) con nostra grande gioia ripartirà anche l’attività del settore giovanile nella speranza che questa possa proseguire senza particolari intoppi».

Francesco Meneguzzo