BASKET EUROLEGA DONNE

Beretta centra l’impresa Il Galatasaray al tappeto

Nella serata più attesa della prima parte di stagione, il Beretta Famila Schio ha vinto e convinto. Con il recupero di Andrè, ritrovata dopo 25 giorni dall’ultima presenza e con il nuovo esordio di DeShields, le scledensi hanno trionfato sulle turche ed hanno agganciato il primo posto a 11 punti come la capolista Girona. L’eterna Sandrine Gruda diventa la seconda miglior marcatrice dell’Eurolega, superando Diana Taurasi. La cronaca. Il Galatasaray parte più forte, 2-7 dopo pochi minuti. Gruda tiene a galla le sue, Sottana dal palleggio realizza il 9-7 e le italiane Keys, Dotto e Crippa portano il parziale sul 16-13. La difesa orange comincia a dare i suoi frutti. Le scledensi stoppano, rubano palla e concedono un solo rimbalzo offensivo: sulla sirena finale Dotto trova la tripla di tabella che sancisce il momentaneo 22-13. Nella seconda le turche si rifanno sotto. Gli arbitri sbagliano chiamate, cambiano decisioni e fischiano un tecnico a DeShields: Krajisnik approfitta della confusione per accorciare il divario, seguita dai canestri dell’ex Venezia Steinberga e dell’ex Ragusa Williams, che compiono il sorpasso. Schio è contro due sue vecchie rivali: servono le giocate di Gruda e di Keys per il controsorpasso del 39-36 a metà gara. Le percentuali al tiro favoriscono le arancioni, ma non abbastanza: per le turche segnano solo in 4, sufficienti per tenere il banco. Al rientro il Famila rientra lancia in resta. Laksa, che fino ad allora aveva tirato con 0/3 da 3, esce dai blocchi e spara la sua prima tripla. Sottana la imita e dopo appena 2’, con Schio avanti di 8, il Galatasaray chiama timeout. Le turche si riprendono e Davis in breve pareggia i conti e rimette avanti le sue: prima 45-45, quindi 45-47 (poi 21 personali sul 52-51). Schio allora si organizza a zona e la difesa giova a Dotto e compagne: il Galatasaray segna solo due liberi mentre Gruda, Andrè e DeShields fanno a sportellate in area e sanciscono il 58-53. Nell’ultimo parziale la difesa orange si distrae e ne approfitta Steinberga per accorciare e Krajisnik per portarsi avanti. Collier si inventa una tripla per il nuovo sorpasso e segna da sotto per chiuderla. Quando manca 1 minuto e mezzo, il presidente Cestaro prende il microfono per incoraggiare le sue ragazze: accoglie l’appello Laksa che prima segna la tripla del 76-70 e poi esegue la stoppata che chiude l’incontro. Finisce 76-73 dopo l’ultimo centro di Davis.•. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Edoardo Maria Francese