VOLLEY A2 FEMMINILE

Ramonda ha fatto tredici. Sono i talenti lanciati in A1

Promosse Marianna Fiocco e Martina Stocco, ex Montecchio: entrambe hanno raggiunto poi la serie A1 ARCHIVIO
Promosse Marianna Fiocco e Martina Stocco, ex Montecchio: entrambe hanno raggiunto poi la serie A1 ARCHIVIO
Promosse Marianna Fiocco e Martina Stocco, ex Montecchio: entrambe hanno raggiunto poi la serie A1 ARCHIVIO
Promosse Marianna Fiocco e Martina Stocco, ex Montecchio: entrambe hanno raggiunto poi la serie A1 ARCHIVIO

Numeri alla mano l’Ipag Ramonda Montecchio si dimostra una fucina di talenti. Sono infatti ben 13 le atlete e quattro i tecnici approdati in massima serie dopo aver giocato (o allenato o lavorato) per il club castellano. Questo in cinque anni di A2 e considerata una pandemia nel mezzo che ha condizionato praticamente due stagioni. Ma andiamo a vedere di chi stiamo parlando: si comincia con le centrali Benedetta Bartolini, Laura Bovo, Marianna Fiocco, si prosegue con la palleggiatrice Martina Stocco e il libero Ylenia Pericati, e si chiude con una carrellata di schiacciatrici composta da Valeria Battista, Emma Cagnin, Federica Carletti, Dayana Kosareva, Linda Mangani, Francesca Magazza, Alice Pamio e Francesca Trevisan. A parte quest’ultima, nessuna di loro, prima d’indossare la maglia del Montecchio, aveva preso parte a una serie A. Esordiranno in A1 il prossimo ottobre, invece, Magazza (probabilmente a Cuneo), Bovo (Bergamo), Carletti (confermata in un promosso Pinerolo) e Pericati (come seconda libero a Conegliano). Per quanto riguarda i tecnici, Martino Volpini, dopo essersi seduto sulla panchina dell’Ipag Ramonda per ben due anni (dal 2017 al 2019), è pronto a guidare Casalmaggiore nella stagione 2022/23; infine anche per gli scoutman Alessandro Biancardi, Marco Bolzoni e Marco Greco l’esperienza sotto i Castelli è servita come trampolino di lancio. «Dobbiamo guardare con orgoglio al lavoro fatto, ben consapevoli della grande responsabilità che abbiamo nel contribuire alla crescita sportiva del movimento in generale e più nel dettaglio del movimento pallavolistico legato al nostro territorio - sono le parole della presidente, Carla Burato -. Va infatti sottolineato che la metà delle persone, atlete e tecnici, di questo lungo elenco proviene dall’hinterland e in quest’ottica noi abbiamo una nuova stagione alle porte da organizzare». «Vogliamo allestire un gruppo competitivo che possa entusiasmarci nuovamente ai playoff come nella stagione appena conclusa - conclude il vertice castellano -. Ci saranno dunque alcune riconferme, ma anche parecchi nuovi arrivi. Il primo tassello già annunciato è coach Marco Sinibaldi: una figura competente e perfetta per il nostro progetto. Attualmente il general manager Annalisa Zanellati sta lavorando con lui alla costruzione del gruppo squadra, in piena sintonia con le richieste della società». E a tal proposito sono attesi nei prossimi giorni i nomi delle prime riconferme in maglia castellana. Le ragazze hanno avuto il “rompete le righe” a fine marzo quando, dopo la sconfitta al tie break per mano di Busto Arsizio, non sono riuscite a staccare il pass per i quarti di finale dei playoff promozione. Si è comunque trattato di un bel traguardo raggiunto da Montecchio che, dalla promozione in A2 di cinque anni fa, non era mai riuscito ad accedere ai playoff.•.

Sara Marangon