B MASCHILE

La Civitus sprinta e poi controlla. Battuto Olginate

Top scorer   Andrea Mazzucchelli, autore di 18 punti a Olginate ZENZOLO
Top scorer Andrea Mazzucchelli, autore di 18 punti a Olginate ZENZOLO
Top scorer   Andrea Mazzucchelli, autore di 18 punti a Olginate ZENZOLO
Top scorer Andrea Mazzucchelli, autore di 18 punti a Olginate ZENZOLO

Una Civitus Allianz in difficoltà numerica, costretta a scontare le assenze di Chiti positivo al Covid e Sebastianelli, guarito ma senza ancora idoneità sportiva, chiude il girone d’andata battendo a domicilio per 66-79 Olginate, anch’esso in situazione precaria e uscito qualche giorno fa dalla quarantena. Vicenza disputa una partita lucida e sempre in controllo, toccando anche i 22 punti di vantaggio, e manda in doppia cifra ben cinque giocatori, dei quali Mazzucchelli è il top scorer a quota 18. Viste le sconfitte in contemporanea di Desio, Bergamo e Fiorenzuola la compagine berica conclude la prima metà del suo campionato al quinto posto solitario. I primi minuti di gioco, però, sono tutti guidati dai locali, che segnano i primi tre tiri e si portano sul 6-0. I biancorossi si sbloccano con un gancio di Cecchetti e accorciano a una sola lunghezza con la prima tripla di Petracca. Cucchiaro realizza e subisce fallo (15-11), ma successivamente l’Allianz, viaggiando sul tandem Mazzucchelli-Piccone, piazza un break di 0-10 in chiusura di quarto che inverte il trend. Il parziale non si ferma all’inizio della seconda frazione: uno scarico in angolo favorisce una bomba di Petracca che vale la prima doppia cifra di vantaggio (15-26). Olginate non ci sta e risponde con un 7-0 di contro-parziale guidato da Cucchiaro e Brambilla, ma sarà l’ultima volta che la squadra di casa farà paura ai biancorossi. Vicenza entra in ritmo e segna tre triple in rapida successione, quando Cecchetti ne approfitta per il +16 (25-41) prima della pausa lunga. Il bottino guadagnato nei primi 20’ si rivela decisivo Al rientro dall’intervallo la truppa berica rallenta il ritmo in attacco e anestetizza la gara, stringendo le maglie in difesa per impedire ai padroni di casa di rientrare. Sulla sirena del terzo periodo Petracca trova l’ennesima conclusione pesante della sua gara che sancisce il massimo vantaggio biancorosso sul +22 – l’ala di Lecce è stata protagonista di un’ottima prova balistica con 5/8 da dietro l’arco. È solo nella frazione conclusiva che l’Allianz cede il passo, pagando sicuramente le rotazioni corte; i lombardi segnano con più fluidità, ma non riescono mai a trovare il guizzo realizzativo giusto per rientrare veramente in partita. Nei minuti finali, c’è spazio per i ragazzi del settore giovanile, come Basso, Owens e Massignan, quest’ultimo anche a segno dalla lunetta con i primi due punti personali in Serie B. To.St.