RALLY

Il Città di Schio si tinge di... Bianco. Sesta vittoria in 30 edizioni

Podio Efrem Bianco e Dino Lamonato su Skoda Fabia R5 hanno vinto il 30° Rally Città di Schio FOTO TERRAGIN
Podio Efrem Bianco e Dino Lamonato su Skoda Fabia R5 hanno vinto il 30° Rally Città di Schio FOTO TERRAGIN
Podio Efrem Bianco e Dino Lamonato su Skoda Fabia R5 hanno vinto il 30° Rally Città di Schio FOTO TERRAGIN
Podio Efrem Bianco e Dino Lamonato su Skoda Fabia R5 hanno vinto il 30° Rally Città di Schio FOTO TERRAGIN

•• Il 30° rally Città di Schio si tinge di… Bianco. Ed è la sesta volta. Efrem Bianco, navigato da Dino Lamonato, conquista la sesta vittoria al rally scledense, organizzato dalla Power Stage, in una gara dove un grande agonismo, condito con tanti colpi di scena durante le sei prove speciali, hanno regalato emozioni e incertezza fino all’ultimo chilometro. Bianco, in coppia con Lamonato ha vinto la gara casalinga dopo un acceso duello con Sossella-Falzone, alla seconda gara con la Hyundai I20 R5; sul terzo gradino del podio la coppia Pozza- Zortea su Skoda Fabia R5. La lotta fra i due pretendenti si è accesa fin dalla prima prova speciale, la “Santa Caterina”, quando un’uscita di strada del favorito sloveno Avbelj, già vincitore del Bassano, e di Pesavento, altro favorito per un posto sul podio, hanno di fatto spianato la strada ai due contendenti alla vittoria finale. Nello storico sfortunata foratura di Costenaro-Zanchetta che ha ceduto il primo posto a Sbalchiero-Molon, con una Lancia Delta 16V, i quali non si sono fatti sfuggire l’alloro davanti alla Ford Sierra Cosworth di Riccardo Bianco, il fratello del vincitore tra le “moderne”, Come detto nella prima Ps il primo colpo di scena: pioggia e nebbia hanno giocato un brutto scherzo ai principali favoriti mentre Sossella scriveva il suo nome nella prima casella delle sei Ps. Dietro, a 1.1 lo scledense Bianco, più distanziati gli altri contendenti. Invertito l’ordine in quel di Pedescala dove la Skoda di Fabia di Bianco ha inflitto 4 secondi a Sossella capovolgendo le prime due posizioni della generale. Nei 5.87 Km della Ps 3 (Treschè Conca) Sossella si riprende lo scettro della gara mentre Bianco finisce dietro a Pozza -Zortea che consolidano la loro terza posizione nella generale. Questione di centesimi nella seconda prova di S. Caterina, la Ps 4: si impone ancora Sossella, ma il pilota della New Turbomark ha solo un secondo e spiccioli di vantaggio sull’inseguitore Bianco. Fatale, ancora una volta, la Pedescala: il portacolori della Ms Munaretto srl rifila 4.8 a Sossella (che sarà anche penalizzato per una partenza irregolare) riportando la sua Skoda R5 in vetta all’assoluta per 3.5 alla vigilia dell’ultima prova: la Treschè. Sossella tenta il tutto per tutto negli ultimi chilometri, Bianco amministra il vantaggio cedendo solo 1.6 al rivale: tanto basta per chiudere la contesa. Ottima terza posizione per la Skoda Fabia di Pozza/Zortea della Hawk Rancing Club. Da segnalare l’ottimo 17° assoluto, ma primo di classe R/R2b, dello scledense Nicola Casa navigato da Cumerlato, che dopo due tentativi riesce ad arrivare sul podio di piazza Rossi.

Classifica finale rally moderno 1. Bianco-Lamonato (Skoda Fabia R5), 2. Sossella-Falzone (Hyundai I20 R5) a 11”9; 3. Pozza-Zortea (Skoda Fabia R5) a 47.5; 4. Lovisetto-Cracco (Skoda Fabia R5) a 1’14”3; 5. Callegaro-Scattolin (Skoda Fabia R5 Evo) a 3'244.

Classifica rally storico 1. Sbalchiero-Molon (Lancia Delta), 2. Bianco-Franchin (Ford Sierra) a 1’04.03; 3. Tinello-Tinello (Audi Quattro) a 3’39.01.