Formula 1

Gp Messico, Verstappen ennesima gara trionfale. Leclerc: «Abbiamo sofferto di più del solito»

La Red Bull di Max Verstappen ha vinto il Gran Premio di Formula 1 del Messico. Il pilota olandese campione del mondo in carica ha preceduto la Mercedes di Lewis Hamilton e l'altra Red Bull del compagno di squadra e idolo di casa Sergio Perez. Chiudono indietro le Ferrari: quinto Carlos Sainz e sesto Charles Leclerc.

«È stata una gara nella quale non c'era passo siamo un minuto dietro a Max che è tanto e fa un po' pensare a Spa. Dobbiamo capire perché siamo stati così lontani. Anche oggi i problemi non erano del tutto risolti, ma non bastano a spiegare tutto lo svantaggio accumulato». Parlando a Sky Sport F1 Charles Leclerc al termine della gara è apparso rassegnato, richiamando alla memoria la tappa finora più buia della stagione del Cavallino a livello di performance: il GP del Belgio. «Noi troppo conservativi sul motore? Dovremo analizzare, ma abbiamo sofferto di più del solito - ha concluso Leclerc - non è stato un buon weekend e fa male dire che abbiamo massimizzato il potenziale e che siamo un minuto dietro a Verstappen».

«Partenza la chiave? Mantenere la testa dopo curva uno mi ha aiutato molto. Eravamo anche su strategia diversa rispetto alle macchine che ci erano vicine. Il passo era molto positivo, abbiamo dovuto gestire le gomme perché abbiamo fatto uno stint lungo con le medie, ma siamo riusciti a far funzionare tutto». Così Max Verstappen sintetizza la sua ennesima gara trionfale nel Gp del Messico. «Il pubblico qui crea un'atmosfera incredibile - aggiunge il pilota olandese della Red Bull -. È fantastico, è stupendo correre qui. Finora è stata una stagione incredibile, ce la stiamo godendo e cercheremo di vincere ancora».