SERIE B MASCHILE

Civitus concede il bis E il derby resta berico

Due vittorie in altrettante partite per la Civitus Allianz che esce vincitrice dal palazzetto di Rubano per 70-77. Il derby veneto si dipinge ancora una volta di biancorosso: la Virtus Padova lotta per tutto l’arco della gara, ma alla fine è Vicenza a strappare i due punti, grazie ad una prova solida e concreta. Il prossimo appuntamento per i ragazzi di Ciocca è fissato per domenica 17, ancora una volta in trasferta, sul campo di Fiorenzuola. Avvio a ritmo elevato per entrambe le squadre che trovano con continuità la via del canestro e viaggiano a percentuali alte. Padova è aggressiva sotto i tabelloni con Ferrari e Lusvarghi, mentre Vicenza predilige il gioco perimetrale e i tiri dalla media di Chiti e Piccone. I primi assalti al ferro sono firmati da Cecchetti per l’11-15, ma la Virtus sfrutta le disattenzione difensive dei berici per infilare un break di 6-0. L’Allianz risponde a gran voce con contro-parziale di 0-7 interamente firmato da Mazzucchelli, a segno con due triple nel giro di 20 secondi. Nel secondo quarto il derby entra nel vivo: Vicenza cerca la prima fuga con i liberi di capitan Bastone e, sfruttando la rottura offensiva prolungata dei padroni di casa, si porta sul 21-30 con una schiacciata da poster di Piccoli. La reazione patavina è guidata dalle giocate d’esperienza di De Nicolao e la Virtus chiude il primo tempo a contatto grazie ai tiri aperti in contropiede. Dopo l’intervallo, Padova trova subito il pareggio a quota 40, ma per i biancorossi sale in cattedra Chiti: il numero 21 vicentino segna 10 punti consecutivi nel giro di poche azioni, sfoderando il suo intero arsenale offensivo; Padova è, però, entrata in ritmo e trova anche il vantaggio sul 46-45 con De Nicolao. Nei minuti finali del quarto, Vicenza si schiera a zona fronte pari, mettendo in crisi l’attacco neroverde, e torna a guidare il match con i liberi di Sebastianelli. L’Allianz trova il massimo vantaggio sul 50-60 dopo pochi istanti dall’inizio della frazione conclusiva. Tuttavia, la Virtus accenna alla rimonta con due triple consecutive di Schiavon e Lovisotto che riportano i padroni di casa sul -4. I berici mantengono le distanze grazie alle prodezze realizzative di Mazzucchelli, ma De Nicolao è un uomo in missione e tiene a galla i suoi. A due minuti dalla fine, Padova ha anche la chance di tornare a un solo possesso, ma Vicenza stringe le maglie in difesa e sbanca il fortino della Virtus.•. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Tommaso Stragapede