BASKET A2 DONNE/PLAYOUT

Blitz Vicenza a Treviso. La salvezza ora è più vicina

48-59

Podolife Treviso: Degiovanni 12, Perisa 7, Zagni 2, Diodati 3, Vaidanis, Beraldo 5, Tramontin ne, Battilotti 4, Gini 6, Merlini, Bona ne, Volpato 9. All. Rossi

Vicenza: Tonello ne, Bellon ne, Monaco 5, Garzotto 2, Mioni 10, Sturma 8, Villarruel 7, Reschiglian ne, Chrysanthidou 9, Tagliapietra 18. All. Ussaggi

Arbitri: Giustarini e Foschini Parziali: 12-21, 29-34, 38-42

Note.Treviso tiri da due 16/34, tiri da tre 2/18, liberi 10/15, rimbalzi tot. 28 (23+5). Vicenza tiri da due 16/33, tiri da tre 6/20, liberi 9/16, rimbalzi tot. 41 (31+10)

Il gioco s’è fatto duro e il Vicenza ha cominciato a giocare. È vittoria in gara1 contro il Treviso. Piccolo riassunto. Le biancorosse hanno vinto 48-59 la prima partita dei playout. Se mercoledì, in casa, dovessero vincere di nuovo, sarebbero salve in A2. Dovessero perdere, andrebbero a giocare la gara decisiva a Treviso nel fine settimana. Successo più che meritato nella palestra trevigiana. Subito il Vicenza fa capire che è la sua partita: parziale di 0-10 con super Sturma ad aprire le danze. Il primo atto si chiude sul 12-21. 
Nel secondo, la squadra di Ussaggi prende in mano il match e si porta sul 32-16, massimo vantaggio, con una Chrysanthidou ancora una volta molto in palla. E con Villarruel ancora al palo... ma Gisel si scatenerà nel momento topico. Piccolo inciampo berico. Esce l’orgoglio trevigiano e Perisa e compagne piazzano un 13-2 che non ti aspetti. Si chiude il primo tempo sul 29-34, ma con un po’ di rammarico in casa vicentina. Il terzo periodo è il più equilibrato. Il Vicenza è sempre in testa, ma tallonata dal Podolife. Addirittura il Treviso arriva sul 35-37 con palla in mano, ma il tiro da tre di Degiovanni si stampa sul ferro. Si incarica Tagliapietra di tenere lontano lo spauracchio Treviso realizzando due tiri liberi e una tripla. Il periodo si chiude sul 38-42. Partita ancora molto aperta e spigolosa col Treviso che non molla. Inizia il quarto decisivo atto su un poco simpatico equilibrio che può generare di tutto. 
Ma a questo punto il Vicenza si scatena e disegna il suo capolavoro. Villarruel, a secco fino ad allora, mostra a tutti la sua classe: mette dentro due triple che permettono al Vicenza di portarsi sul 40-52. Le avversarie accusano il colpo e non si riprenderanno più. Al 7’ Mioni, con un canestro da fuori, e Villarruel con un libero, portano il Vicenza su un tranquillo 40-55 che permette alle giocatrici, allo staff, al pubblico presente di gioire finalmente. 
«Non abbiamo ancora vinto nulla» le sagge parole della diesse Lidia Gorlin. La sensazione è comunque che il Vicenza possa compiere l’impresa, completandola mercoledì. Tagliapietra la migliore, top scorer con 18 punti. Mercoledì alle 20.30 (l’ingresso sarà gratuito) il Vicenza può dare il lieto fine a questa complicatissima stagione. 

Marta Benedetti