All star game ricorda Kobe Il premio Mpv sarà il «Bryant»

Kobe Bryant con il numero 24
Kobe Bryant con il numero 24

In attesa della «All star game», la Partita delle stelle della Nba a Chicago, è arrivato l’annuncio del commissioner della lega, Adam Silver, che il premio di miglior giocatore del match, il Mvp, «da oggi e in permanenza viene intitolato a Kobe Bryant». L’uomo simbolo dei Lakers ha giocato 18 volte la Partita delle Stelle, venendo premiato come Mvp in quattro occasioni. Storica la sua presenza nel 1998, quando con la selezione dell’Ovest sfidò quella dell’Est e Michael Jordan e divenne, a soli 19 anni, il più giovane ad aver mai giocato questa sfida. «Kobe Bryant è un nome sinonimo di All star game, e di talento», ha spiegato Silver. «E incarna alla perfezione lo spirito di questo evento. Kobe ha sempre amato l’opportunità di misurarsi con tutti gli altri migliori in assoluto», ha continuato, «non si è mai tirato indietro, e ha sempre cercato di offrire il meglio di se stesso ai tifosi». Il commissioner della Nba ha anche confermato che i giocatori delle due selezioni che si affronteranno in nottata, il LeBron James Team e il Giannis Antetokounmpo Team vestiranno tutti rispettivamente il numero 2, Team James, e il 24, Team Giannis, per ricordare i numeri utilizzati in campo da Bryant, 24, e da sua figlia Gianna, 2. •