<img height="1" width="1" style="display:none" src="https://www.facebook.com/tr?id=336576148106696&amp;ev=PageView&amp;noscript=1">

Scienza e cosmesi per una nuova bellezza

Giorgia Cazzola, classe 3C  I.C. Don Bosco -  Monticello Conte Otto

Notizia dell’ultima ora: lo scopritore di lumache violacee, Dr. Alan Teddy concede un'intervista speciale a Giorgia Cazzola. A te la linea, Giorgia:

GIORGIA : Grazie Barbara . È vero , esistono le lumache viola e ora a dimostrarlo è qui con me Alan Teddy .

ALAN : Buongiorno a tutti

GIORGIA : Come ti senti ad aver compiuto un'altra delle tue scoperte ?

ALAN : Molto intelligente!

GIORGIA : Questa è stata la migliore scoperta che hai mai fatto, o mi sbaglio ?

ALAN : Sì , anche se credo che l’invenzione dell'erba commestibile non sia stata un fiasco .

GIORGIA : Certo che no, è deliziosa e salutare.  Ma spiegaci ora tutti i dettagli della tua ultima invenzione: come è avvenuta, in che cosa consiste e, soprattutto, quali conseguenze potrà avere per noi?

ALAN : Era venerdì mattina , stavo facendo il mio shopping mattutino (pane, latte, brioches), quando all’improvviso mi attraversò la strada un gatto nero con un occhio solo. Qualcuno al mio posto avrebbe cominciato a fare tutti gli scongiuri possibili, io invece fui incuriosito da quell’animale e provai a seguirlo. La bestiola procedeva velocemente e ogni tanto spariva con un balzo furtivo, allora presi il rilevatore Supersonico, appena comprato (scontato del 70 %) e lo misi in funzione. Dopo quattro isolati giunsi presso  uno stagno con acqua giallastra, popolata da miriadi di piccoli animali. Mi tenni a distanza, perché temevo che potesse trattarsi di animali aggressivi, o radioattivi.  Ad un certo punto notai una striscia di muco violaceo; la seguii con lo sguardo, fino a scorgere un’enorme lumaca viola, che procedeva fiera, trascinando il suo corpo sinuoso, come fosse lo strascico di un elegante vestito da sera, verso un ciuffo d’erba appetitoso. La curiosità ebbe in me il sopravvento su ogni timore e raccolsi con le dovute cautele un campione di muco, senza che la “signora” se ne accorgesse.  

GIORGIA : Cosa ne hai fatto poi?

ALAN: L’ho analizzato nel mio laboratorio e ho scoperto che non è affatto pericoloso o radioattivo, anzi, è una sostanza ricca di elementi preziosi per l’uomo. È un concentrato di acido ialuronico, acidi grassi essenziali omega-6, vitamina E e polifenoli: è miracolosa per la pelle!
Una applicazione al giorno garantisce una pelle luminosa, elastica, giovane. Ho preso contatti con un’importante casa farmaceutica e ne abbiamo tratto una crema per il viso e per tutto il corpo che uscirà sul mercato nei prossimi giorni. Sbaraglierà la concorrenza.

GIORGIA: Questa è una bellissima notizia, ma…. costerà molto?

ALAN: Niente affatto, ho scoperto che le lumache viola sono molto diffuse, anche se si vedono poco e la loro bava è così concentrata che ne basta pochissima per produrre un gran quantitativo di crema. L’unico deterrente potrebbe essere creato dal ribrezzo che potenzialmente suscita l’idea di spalmarsi sul viso la bava di lumaca, ma sono convinto che alcuni di noi farebbero qualunque cosa per sembrare più belli! Lei cosa dice?
GIORGIA: Dico che se mi regala un campioncino della super crema, sarò lieta di provarla!

ALAN: Volentieri!

GIORGIA: Con questa promessa chiudiamo il nostro servizio e vi diamo appuntamento a domani per ulteriori notizie dal TG25 . Buonanotte!
               

Giorgia Cazzola
classe 3C  I.C. Don Bosco -  Monticello Conte Otto (VI)

Suggerimenti