Loipersdorf,
terme dei record

ITINERARI. Nella regione austriaca della Stiria, ai confini di Slovenia e Ungheria, resort ed impianti più grandi d'Europa. A 40 km da Graz, un complesso con 5 alberghi, 35 piscine, 23 saune, parco acquatico. Attorno mulini, castelli e distillerie
Le terme di Loipersdorf  e qui sopra le piscine interne. FOTO L.ZANNINI<br />
Le terme di Loipersdorf e qui sopra le piscine interne. FOTO L.ZANNINI<br />
Le terme di Loipersdorf  e qui sopra le piscine interne. FOTO L.ZANNINI<br />
Le terme di Loipersdorf e qui sopra le piscine interne. FOTO L.ZANNINI<br />

Marco Sessa
STIRIA (AUSTRIA)
Austria, ovvero terme. Si contano a decine, nel Paese centroeuropeo, le città e i paesi che si chiamano Bad e qualcosa. E viene in mente la Belle Époque, con i nobili dell' impero e le principesse, che frequentavano le terme allora al massimo splendore.
LA NOVITÀ. A Loipersdorf, ad una quarantina di chilometri da Graz, il concetto della termalità è stato in qualche modo rivoluzionato. Come nuovo è questo resort termale, il più grande d'Europa. Qui non si respira più l'atmosfera rétro delle terme asburgiche, ma si è immersi in un accogliente relax non privo di svaghi e divertimenti.Una quarantina di anni fa, nella zona di Loipersdorf vennero effettuate numerose trivellazioni, nella speranza di trovare petrolio. Non scoprirono l'oro nero, ma... l'oro bianco: l'acqua termale. Le terme di Loipersdorf furono inaugurate 31 anni fa .
I NUMERI. È il complesso più grande d'Europa. Gli ospiti possono contare su 5 alberghi, 35 piscine (parte all'aperto e parte al chiuso), 23 saune, 2 ristoranti; e poi grotte del sale, centro lettura, sale meditazione, solarium, centri relax. Senza dimenticare i 4 scivoli nella zona del parco acquatico.
LA FILOSOFIA. L'idea di queste terme è un po' diversa da quella che si ha in Italia. Da noi le terme sono considerate soprattutto a scopo terapeutico; in Austria, invece, a scopo di relax e divertimento: il parco acquatico ne è un esempio.
Allo stesso tempo, però, l'intero complesso è diviso in due parti: le "Terme da vivere", dove è consentito l'accesso a tutti, pensato soprattutto per le famiglie e i bambini; e "Il mio Schaffelbad", dove entrano solo le persone dai 16 anni in su, dedicato più al relax. Biglietti giornalieri da 27,50 euro. Info: Terme di Loipersdorf, A8282 Loipersdorf 152, Tel: +43 (0) 33 82 / 82 04 -0,
www.therme.at
IN ALTERNATIVA .Tutta la zona è comunque ricca di acque termali. A pochi chilometri, vicino al paese di BadBlumau, ci sono le terme Rogner BadBlumau. Più piccole di quelle di Loipersdorf, sono comunque assai carine e strutturate in modo molto originale. Arrivandovi, la prima idea che viene alla mente è: Antoni Gaudì, l'architetto massimo esponente del modernismo catalano.
Le terme Rogner BadBlumau sono infatti composte da diversi edifici (il corpo centrale, quelli con appartamenti per famiglie, quelli con le diverse opzioni termali), tutti dalle linee informi che fanno subito pensare a Casa Milà o a Casa Batilò di Barcellona. Se il primo colpo d'occhio può essere un... tromp-l'oeil, poi il complesso ti affascina con tutta la sua simpatia. Basti pensare che le circa 350 finestre sono una diversa dall'altra. E affascinante è pure il grande parco
COME ARRIVARE. Si percorre l'autostrada A2 da Graz verso Vienna. Una trentina di chilometri dopo la capitale della Stiria, si esce allo svincolo di Ilz-Furstenfeld. Si percorrono quindi ottime strade in uno stupendo paesaggio collinare, dove le indicazioni sono numerose, sia per Loipersdorf sia per BadBlumau.
NEI DINTORNI. Nella Vulkan Land, sempre nella stessa zona collinare delle terme, vicino alla cittadina di Riegersburg, c'è la distilleria Golles. Qui vengono prodotti numerosi tipi di aceto, ricavati da diversi frutti; e, soprattutto, molte grappe, anche queste distillate da frutta differente.
A pochi chilometri, l'ottimo ristorante al Genuss Hotel (pure di proprietà della famiglia Golles), da cui si può godere il panorama con il castello di Riegersburg, che è visitabile.
Sempre nella stessa zona, nel paese di Fehring, sulle rive del fiume Raab, si trova il mulino Berghofer. Qui, da circa 800 anni, si producono diverse farine; e, soprattutto, l'olio di semi di zucca, per il quale la Stiria è famosa.
Nelle case e nei ristoranti della zona, infatti, il condimento principale è proprio questo olio, di colore verde scuro e dal sapore inconfondibile e gradevole.

© RIPRODUZIONE RISERVATA