Il broccolo
fiolaro
"salva"
le colline

CREAZZO. Da giovedì a domenica 22 gennaio la nuova edizione della manifestazione dedicata al prodotto De.Co. Da più di dieci anni zone incolte vengono recuperate grazie a questa pianta. La produzione è cresciuta del 25 per cento
Dal 2008 il broccolo fiolaro è a denominazione di origine comunale
Dal 2008 il broccolo fiolaro è a denominazione di origine comunale
Dal 2008 il broccolo fiolaro è a denominazione di origine comunale
Dal 2008 il broccolo fiolaro è a denominazione di origine comunale

Il broccolo fiolaro fa rifiorire le colline di Creazzo: da più di dieci anni, il prodotto De.Co (denominazione di origine comunale) permette di recuperare zone collinari incolte o abbandonate. Coltivatori e piante stanno aumentando, con una produzione cresciuta del 25 per cento fra 2010 e 2011. Concetti che saranno ribaditi alla tredicesima edizione della sagra, in programma da giovedì 12 a domenica 22. La manifestazione è stata presentata ieri dal sindaco Stefano Giacomin, dal vice Giuseppe Serraino, dall'assessore Mirella Olivieri, dal presidente locale della Coldiretti Daniele Gentilin e dalla presidente della Pro loco Beatrice Girardello.
Una coltivazione non semplice, quella del broccolo, ma che arriva a maturazione in un periodo in cui l'orto è spoglio dei frutti dell'estate; uno stimolo quindi anche per i produttori che possono aumentare i loro introiti.
«Vorremmo avvicinare il cittadino ai prodotti locali - ha detto Gentilin - e di conseguenza far aumentare il legame e l'amore per il territorio».
«È un prodotto biologico, locale e sicuro - ha detto Olivieri, presidente della Confraternita del broccolo fiolaro – inoltre sono state riconosciute dalla Johns Hopkins University le sue proprietà anti-cancro».
La sagra del broccolo fiolaro coinvolge più di 100 volontari: il via alla manifestazione sarà dato giovedì 12 al polisportivo comunale con il Gran galà «curato dai ristoratori della Confraternita - ha spiegato la presidente Giradello - con un menu che, dall'antipasto al dessert, vede il broccolo come protagonista». Grazie all'organizzazione dei giovani della Pro loco le dieci serate saranno animate da musica per tutti i gusti.
Tra le novità, martedì 17 "La prova del broccolo", sfida ai fornelli tra sei coppie per realizzare il miglior piatto a base di broccolo; mercoledì 18 una serata gastronomica organizzata da cuochi dell'Emilia Romagna; domenica 22 una passeggiata tra i colli per osservare da vicino le coltivazioni.© RIPRODUZIONE RISERVATA

Matteo Castagna